17 novembre 2019
Aggiornato 21:00
Suinicoltura

Il 23 luglio operativa la commissione unica nazionale suini grassi

Confagricoltura: «Si avvia concretamente una nuova stagione di collaborazione della filiera per uscire dalla crisi»

ROMA - I suini avranno un «mercato unico», un univoco riferimento per le contrattazioni dei suini grassi. Una svolta epocale per il comparto - sottolinea Confagricoltura - con l’obiettivo di uscire da una crisi che si protrae da anni.

Confagricoltura valuta positivamente l’«addendum» al piano suinicolo, sottoscritto nei giorni scorsi. Con il «piano suini», si erano gettate le basi per dare avvio ad una nuova fase di rapporti tra produzione e trasformazione; prevedevano una Commissione Unica Nazionale dei suini da macello (CUN) per definire anticipatamente tendenze di mercato e prezzi.

Dal 23 luglio si entrerà nella fase operativa, con la pubblicizzazione delle quotazioni CUN (con declaratorie separate per il prodotto DOP e quello non DOP) attraverso un sito Internet dedicato; ed ancor più con l’obbligo di utilizzare, per i contratti/impegni di consegna, il valore CUN quale unica base di riferimento.

L’accordo raggiunto contiene - sottolinea Confagricoltura - precise indicazioni operative su altri importanti argomenti quali: la prossima estensione delle nuove metodologie di confronto interprofessionale ai comparti dei «suinetti» e dei «tagli di carne»; nonché l’avvio delle prime sperimentazioni delle procedure necessarie per la fornitura alle sedi istituzionali dei dati della classificazione delle carcasse.