17 giugno 2024
Aggiornato 08:30
Finanziaria regionale

Impugnata la Finanziaria Marche 2009 all’art. 9

Il commento del Presidente della Regione Gian Mario Spacca

ANCONA - «L’impugnativa da parte del Governo centrale di una norma varata dalla Regione Marche che favorisce la stabilizzazione del lavoro precario, in prevalenza di giovani, non è una bella notizia. Attendiamo gli atti ufficiali per una valutazione di merito più approfondita.

Ricercheremo la collaborazione istituzionale per trovare una soluzione normativa condivisa che recepisca le richieste del Governo ma che tuteli e salvaguardi pienamente anche le aspettative di tanti giovani precari, una priorità fondamentale per la Regione in questa fase di grande difficoltà del lavoro»: così il Presidente della Regione Gian Mario Spacca commenta l’impugnativa della legge regionale n. 37/2008 (la Finanziaria Marche 2009) decisa oggi dal Consiglio dei Ministri.

Il provvedimento non è ancora stato trasmesso ufficialmente, ma in via ufficiosa è stato comunicato alla Regione che l’impugnativa riguarderebbe l’art. 9 della legge Finanziaria regionale relativo, appunto, alla stabilizzazione del personale precario. La Regione Marche proseguirà in ogni caso il programma di stabilizzazione di oltre 1.400 precari, con particolare riguardo al settore della sanità.