14 giugno 2024
Aggiornato 08:00
Authority alimentare

«Governo battuto e ministro contraddetto dai senatori del Pdl»

Commissione agricoltura approva Odg della senatrice Mongiello

E’ stato approvato questa mattina, dalla Commissione Agricoltura del Senato, l’Ordine del Giorno predisposto dalla senatrice Colomba Mongiello per impegnare il Governo all’adozione del Decreto istitutivo dell’Agenzia per la Sicurezza Alimentare nella sede di Foggia.

Il documento, allegato alla Finanziaria per il 2009, è stato esaminato alla presenza del ministro per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Luca Zaia, che ha espresso parere contrario. Ciò nonostante, grazie ai voti del Partito Democratico e di due senatori del Pdl eletti in Puglia, l’OdG è stato approvato.

Il documento, dunque, impegna il Governo Berlusconi all’adozione del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) previsto dall’articolo 11 del Decreto Legge 31.12.2007 n.248 (il cosiddetto ‘Milleproroghe’), laddove il Governo Prodi decise di trasformare, a decorrere dal 15 gennaio 2008, la già istituita Autorità Nazionale per la Sicurezza Alimentare in «Agenzia nazionale per la sicurezza alimentare, con sede a Foggia, fermo restando lo stanziamento di 2,5 milioni per ciascuno degli anni 2008 e 2009 e di 1,5 milioni di euro per l’anno 2010». Con il DPCM, adottato su proposta del Ministro della Salute, di concerto con il Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, si dovranno anche definire le norme per l’organizzazione, il funzionamento e l’amministrazione dell’Agenzia.

«Finalmente esplodono le contraddizioni interne alla maggioranza su questo specifico argomento, rendendo palese la contrapposizione tra la Lega e gli eletti al Sud del Pdl – commenta la senatrice Colomba Mongiello – L’ostruzionismo del ministro Zaia e l’attendismo del Governo sono stati sconfitti dal prevalere della volontà di attivarsi per garantire realmente il rafforzamento delle misure a tutela della salute dei consumatori e della credibilità della filiera agroalimentare italiana. E’ un risultato importante, anche di grande contenuto simbolico, quello ottenuto oggi – conclude Colomba Mongiello – che testimonia l’attenzione del PD nei confronti del comparto primario e l’impegno a fare argine rispetto ai tagli finanziari disposti dal Governo Berlusconi, con la ovvia eccezione dei settori produttivi tipicamente settentrionali e di grande interesse per la Lega Nord».