29 marzo 2020
Aggiornato 21:00
Alitalia e Malpensa

Della Seta: «Su Malpensa Italia rischia procedura UE»

Lo dichiara il sen. Roberto Della Seta(Pd), capogruppo in Commissione Ambiente

«Sul futuro dell’aeroporto di Malpensa, fondamentale hub della nuova Alitalia, l’Italia rischia una procedura di infrazione da parte dell’Unione Europea» – lo dichiara il sen. Roberto Della Seta(Pd), capogruppo in Commissione Ambiente, preannunciando in merito un’interrogazione ai ministri dell’Ambiente e dei Trasporti e Infrastrutture.

«La Sea – continua l’esponente del Partito Democratico – ha presentato i suoi piani strategici per lo sviluppo dell’aeroporto per il periodo 2009-2016 prevedendo contestualmente ad un investimento di 1,4 miliardi di euro una crescita sino a 50 milioni di passeggeri e la realizzazione del terzo satellite, della terza pista e del terzo terminal. Questo imponente piano di sviluppo potrebbe essere perseguito, come afferma la stessa Sea, con «procedure straordinarie» che comporterebbero l’ennesima elusione delle valutazioni ambientali – Via e Vas – previste per legge, su cui mi riservo di presentare un esposto alla Ue.»

«Alla luce di questa strategia di sviluppo pare chiaro – aggiunge il parlamentare - che il governo e la Sea sembrano non considerare l’incidenza che l’aeroporto ha , in termini di rumore, inquinamento, aumento del traffico stradale e disturbo recato dai voli notturni, sugli abitanti della provincia di Varese e sui 90mila abitanti dei 24 Comuni della provincia di Novara situati a breve distanza da Malpensa.»

«Trovata la difficile soluzione alla questione Alitalia ora incombe il rischio concreto che il grande hub lombardo sia l’oggetto di un’ennesima procedura d’infrazione della Ue nei confronti dell’Italia, eventualità che il governo – conclude Della Seta - ha il dovere di scongiurare procedendo rapidamente alla Valutazione Ambientale Strategica per metter fine alle irregolarità con le quali l’aeroporto è cresciuto e per salvaguardare la popolazione e l’ambiente interessati.»

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal