27 maggio 2024
Aggiornato 11:30
Inflazione

Polverini (Ugl): “Resta emergenza salari e pensioni”

«Convocare la cabina di regia istituita prima dell’estate proprio per affrontare queste problematiche»

«Nonostante la lieve flessione, il tasso di inflazione continua a rimanere alto rappresentando un fattore di difficoltà per lavoratori, pensionati e famiglie».
Lo dichiara il segretario generale dell’Ugl, Renata Polverini …sollecitando il governo «a convocare la cabina di regia istituita prima dell’estate proprio per affrontare queste problematiche.

L’emergenza redditi sembra diventata un ricordo invece è ancora presente e non sono più rinviabili misure necessarie a sostegno dei redditi fissi e delle famiglie, soprattutto quelle numerose. La manovra economica del governo non dà le risposte necessarie sul fronte fiscale e di fatto non pone le condizioni per un aumento del potere d’acquisto di chi vive di salario e pensione, con il progressivo impoverimento del cosiddetto ceto medio e la conseguente riduzione dei consumi interni.

«Il calo dell’inflazione – continua - non deve indurre a facili entusiasmi: le statistiche sul caro vita sono il più delle volte sottostimate, lasciando inalterata anche l’esigenza di rimettere mano al paniere di riferimento, includendo ad esempio le spese per la casa. A ciò si aggiunga il peso eccessivo delle tasse e i rincari delle tariffe, sulle quali solo ieri l’Autorità per l’Energia ha ufficializzato l’aggiornamento al rialzo del prossimo trimestre. Tutto ciò impone l’individuazione, di concerto con le parti sociali, di politiche in primo luogo fiscali a favore dei redditi da lavoro dipendente e da pensione, e delle famiglie, anche attraverso maggiori deduzioni per chi ha figli in attesa che il quoziente familiare diventi realtà».