9 dicembre 2019
Aggiornato 22:00
Trattative Alitalia

Tajani: «Sul piano giuridico è fondamentale una cesura netta tra vecchia e nuova Alitalia»

Lo ha affermato il Commissario Ue al trasporto, Antonio Tajani, in audizione congiunta alla Camera

«E’ fondamentale, sul piano giuridico, che il nuovo soggetto che nascerà sia del tutto nuovo e diverso da Alitalia spa. Deve esserci assoluta discontinuita’ giuridica, una cesura netta tra il vecchio e nuovo soggetto». Lo ha affermato il Commissario Ue al trasporto, Antonio Tajani, in audizione congiunta alla Camera. La Ue è al lavoro sulla procedura in corso sul prestito ponte per Alitalia e saranno necessari alcuni giorni per valutare la risposta del governo italiano e fornire tutte le osservazioni necessarie.

«Saranno necessari alcuni giorni di lavoro per dare una risposta definitiva ma da una prima lettura emergono due principi fondamentali per l’Unione: il rispetto della trasparenza e la vendita degli asset a prezzo di mercato. Dai soggetti coinvolti ho notato la volontà di rapportarsi con la Ue per risolvere la vicenda nel rispetto delle regole Ue».

Tajani ha ricordato che sul prestito ponte da 300 milioni la Ue ha aperto «una procedura di investigazione perché avevamo il sospetto che fosse un aiuto di Stato non compatibile con le regole europee. Abbiamo avuto risposta da Alitalia e abbiamo ascoltato altri soggetti. Adesso abbiamo rigirato al governo italiano le osservazioni dei soggetti interessati. Attendiamo la risposta del governo, la valuteremo, e se non sarà compatibile con le regole Ue dobbiamo chiedere alla compagnia di restituire i soldi».