10 dicembre 2019
Aggiornato 01:00
Sicurezza alimentare

La grande truffa dei formaggi avariati

Confconsumatori presenta un esposto alla Procura di Cremona

Confconsumatori ha presentato un esposto alla Procura del Tribunale di Cremona, perché siano resi noti al più presto tutti i nomi delle aziende che hanno venduto, e potrebbero continuare a vendere, formaggi avariati, con la presenza di muffe, larve di insetti, escrementi e carcasse di topi, e perché venga effettuato il sequestro di tutti i prodotti, eventualmente ancora sul mercato nazionale.

«L’articolo 32 della Costituzione pone la salute come diritto fondamentale dell’individuo e interesse della collettività» dichiara l’avv.Luca Panzeri, legale che rappresenta l’Associazione nella vicenda, e Confconsumatori chiede alla Magistratura che tale diritto venga garantito e che chi attenta alla salute pubblica venga duramente colpito dalla legge.

Le truffe alimentari pericolose per la salute pubblica, scoperte in questi ultimi anni sono numerosissime.
Confconsumatori si è occupata anche di latte avariato fabbricato con aggiunta di ammoniaca nel 2004, di ovoprodotto fatto con uova marce nel 2005, di mozzarelle agli anabolizzanti nel 2006 , di quelle prodotte con latte di bufale affette da brucellosi nel 2007 e di quelle alla diossina nel 2008; e così via.

La sicurezza alimentare è scarsamente tutelata nel nostro Paese.

Confconsumatori chiede maggiori e più efficaci controlli e una Giustizia più sollecita nel combattere un crimine così diffuso e dannoso per la salute dei cittadini.