24 giugno 2017
Aggiornato 02:00
> <
RSS

Le finanze vaticane cambiano pelle e lingua

Il cardinale George Pell, australiano, ex giocatore di rugby e «rugbier» delle finanze vaticane (copyright di Papa Francesco), presenta la rivoluzione dell'organigramma economico della Santa Sede in un'affollata conferenza stampa: «Ci saranno sempre posti importantissimi per gli italiani, ma dobbiamo anche avere altri membri da tante altre parti del mondo...»

Von Freyberg, un vaso di coccio allo IOR

Tempo di commiato per Ernst von Freyberg. Avvocato tedesco, cavaliere dell'ordine di Malta, banchiere vaticano un po' per caso, lascia la guida dell'Istituto per le Opere di Religione, una delle poltrone che scottano di più in Vaticano, dopo aver ereditato molti scandali, aver compiuto molti sforzi per aumentare la trasparenza del torrione Niccolò V, essersi fatto altrettanti nemici.

IOR, dimissioni Von Freyberg dopo solo 16 mesi?

Era stato nominato in extremis nel febbraio 2013, dopo l’annuncio delle dimissioni di Benedetto XVI. Era arrivato dalla Germania per risollevare le sorti dello Ior, l’Istituto per le Opere di Religione, rimasto per nove mesi senza presidente in seguito alla cacciata di Ettore Gotti Tedeschi avvenuta nel maggio 2012 in piena bufera Vatileaks: ora a scricchiolare sempre di più sembra ess

IOR, continua lo scontro in Vaticano

L'Istituto per le Opere di Religione, teatro di mille scandali negli anni passati, sarà al centro dell'attenzione del Consiglio vaticano dell'Economia che si svolgerà venerdì prossimo, ultimo giorno di lavoro degli otto cardinali consiglieri di Papa Francesco sulla riorganizzazione della Curia romana.

Lo Ior non ha più segreti

La «banca della Santa Sede» ha diffuso il proprio bilancio 2012 dove si legge: «Manteniamo fede al nostro impegno di garantire la trasparenza delle nostre attività, rispondendo così alle legittime aspettative della Chiesa Cattolica»

> <