9 dicembre 2022
Aggiornato 03:00
Viaggi

6 esperienze da vivere in autunno in Dolomiti Paganella

Dalla Sagra della Ciuìga, che celebra l’insaccato tipico del territorio oggi presidio Slow Food, fino alle passeggiate alla scoperta del foliage e dei laghi di Nembia e di Molveno, 6 esperienze da vivere in autunno sull’Altopiano

Autunno in Dolomiti
Autunno in Dolomiti Foto: Filippo Frizzera Ufficio Stampa

L’inverno si avvicina, ma, tra la magia del foliage e gli appuntamenti enogastronomici che portano alla scoperta dei sapori e delle tradizioni del territorio, l’Altopiano della Paganella si rivela anche in autunno una meta ideale per un weekend o una gita in mezzo alla natura insieme a tutta la famiglia.

Per chi è alla ricerca di idee o sta organizzando le proprie vacanze in vista del prossimo ponte, Dolomiti Paganella suggerisce quindi 6 esperienze da vivere in autunno sul territorio: dalla Sagra della Ciuìga fino alle passeggiate a bassa quota alla scoperta dei laghi e del foliage, passando per le degustazioni di vini e grappe nelle cantine della Piana Rotaliana Königsberg.

Partecipare alle Sagra della Ciuìga

Dal 29 ottobre al 1 novembre, a San Lorenzo Dorsino, considerato uno dei «Borghi più belli d’Italia», torna la Sagra della Ciuìga, la quattro giorni dedicata a un insaccato, oggi presidio Slow Food, preparato esclusivamente in questa zona dell’Altopiano secondo una ricetta secolare che unisce abilmente la carne suina alle rape. L’evento, che si svolgerà tra i vicoli e sotto i caratteristici vòlt, riempirà il borgo di bancarelle ricche di prodotti locali, musica, rievocazioni di antichi mestieri, degustazioni e visite guidate alla scoperta dei sapori e della bellezza di San Lorenzo Dorsino. Per l’occasione, inoltre, i ristoranti proporranno speciali menù dedicati alla Ciuìga, mentre i bambini potranno divertirsi grazie a laboratori creativi, letture di fiabe, giochi di una volta, spettacoli di burattini e una divertente caccia al tesoro.

Ammirare il foliage

Dalle pendici delle Dolomiti alle rive del lago di Molveno passando per i boschi di Fai della Paganella — Parco del Respiro in primis —, il foliage in Dolomiti Paganella è un evento naturale da non perdere. Per ammirare questo spettacolo da un punto di vista privilegiato si può percorrere il giro ad anello tra Cavedago e Andalo, un percorso, adatto anche ai meno esperti, che porta fino alla chiesetta di San Tommaso, affacciata sia sul territorio della Paganella che sulla vicina Valle di Non. Per tutta la famiglia c’è invece il Giro dei Masi di Andalo, una semplice passeggiata che porta alla scoperta della storia del paese svelando i suoi angoli più unici e particolari e mostrando l’intera tavolozza autunnale dell’Altopiano. Uno splendido panorama si può ammirare infine anche seguendo il Sentiero dei Belvedere di Fai della Paganella, un percorso adatto a tutti e lungo il quale lo sguardo spazia dai panorami sul Trentino orientale alla Paganella, dalla confluenza tra i fiumi Adige e Noce fino alla Valle di Cembra e alla Valle dell’Adige.

Scoprire i vini e le grappe locali

L’autunno, conclusa la vendemmia, è il momento migliore per andare alla scoperta dei vini e delle grappe del territorio e per curiosare dietro le quinte della produzione. La meta ideale, nell’area di Dolomiti Paganella, è la Piana Rotaliana Königsberg, da sempre uno degli angoli di Trentino più vocati alla coltivazione della vite e che con le sue oltre cinquanta cantine è terra di vini d’eccellenza come il bianco Nosiola Trentino DOC, lo Spumante Trento DOC Metodo Classico o il Teroldego Rotaliano DOC. Per chi, invece, vuole scoprire l’antica tradizione della grappa, ancora oggi portata avanti con i metodi tradizionali, ci sono le distillerie, che per tutta la stagione offrono percorsi guidati e degustazioni.

Rilassarsi alla spa

Per chi vuole dedicare una gita fuori porta autunnale al relax e al riposo ci sono le spa dell'Altopiano, che tra saune, bagni turchi e massaggi ai profumi di montagna regalano esperienze di benessere per riequilibrare corpo e mente. Le esperienze da provare sono moltissime, da quelle offerte dagli alberghi wellness fino a quelle disponibili nei centri benessere pubblici, come Dolomia Wellness, sulle rive del Lago di Molveno, e l’ACQUAin Acquapark Wellness & Spa di Andalo, aperto tutto l’anno e che vanta un’esclusiva spa nordica.

Passeggiare alla scoperta dei laghi

Per gli amanti delle passeggiate a bassa quota, il territorio di Dolomiti Paganella offre decine di percorsi immersi nella natura e adatti a tutta la famiglia. Tra questi quello che collega il Lago di Nembia e il Lago di Molveno, eletto lago più bello d’Italia e che in autunno regala paesaggi estremamente suggestivi grazie al contrasto tra i colori caldi delle foglie e il turchese delle sue acque. Da Molveno, inoltre, si può raggiungere Deft, con il suo bellissimo punto panoramico sul lago; il percorso, lungo circa 2,3 chilometri, è adatto anche ai passeggini.

Salire ad alta quota per vivere da vicino le Dolomiti di Brenta

A Molveno gli impianti di risalita rimarranno aperti fino al 1 novembre per dare a tutti la possibilità di ammirare ad alta quota i meravigliosi paesaggi regalati dalle Dolomiti di Brenta o, per i più sportivi, per un giro in mountain bike o per un ultimo trekking prima dell’arrivo dell’inverno. Ad accogliere i visitatori anche il Ristorante del Brenta, il Rifugio Alpenrose e il «Rifugio del Gusto» La Montanara, che, immerso in paesaggi unici e affacciato sulle Dolomiti di Brenta, propone la cucina del territorio, unendo tradizione e modernità.