15 agosto 2022
Aggiornato 18:30
Viaggi

Catania da visitare tra storia, arte, natura e shopping

L’Etna, la fontana dell’Elefante, il mercato del pesce. Basterebbero queste tre attrazioni per convincere chiunque a visitare la città di Catania, uno dei luoghi più suggestivi della Sicilia

Cattedrale di Sant'Agata a Catania
Cattedrale di Sant'Agata a Catania Foto: Pixabay

L’Etna, la fontana dell’Elefante, il mercato del pesce. Basterebbero queste tre attrazioni per convincere chiunque a visitare la città di Catania, uno dei luoghi più suggestivi della Sicilia. L’influenza del vulcano si fa sentire, e quindi l’atmosfera che si respira in città è unica in tutta l’isola. Chi arriva a Catania non può fare a meno di accorgersi della vastità di opere d’arte e architettoniche presenti in città, la gran parte delle quali con un’impronta barocca. Caratteristiche che nel 2002 valse il riconoscimento di Patrimonio dell’Umanità Unesco. Ma Catania è anche vita notturna, divertimento, buon cibo, aree verdi e tante altre location in grado di rendere unico e indimenticabile il tuo soggiorno.

Basta noleggiare un auto da Europcar e dare inizio alla visita della città. Si può cominciare dalla cattedrale di Sant’Agata, un tipico esempio di barocco siciliano. Immancabile poi una tappa al palazzo degli Elefanti, nella chiesa della Badia di Sant’Agata, nel giardino Bellini e al museo dello sbarco. Che dire poi di San Giovanni Li Cuti, piccolo villaggio di pescatori capace di resistere all’espansione edilizia della città. Ogni angolo della città ha un suo fascino: avete mai sentito parlare del liotru? E’ uno dei simboli di Catania, la fontana con elefante in pietra lavica e l’obelisco sulla sua sommità, immortalato nelle foto di migliaia di turisti ogni giorno. Impossibile non vedere il Castello Ursino fatto costruire da Federico II così come le Terme Achilliane o il Teatro romano. Ogni strada, ogni palazzo, ogni angolo della città ha dei richiami storici e artistici, che fanno di Catania una delle perle della Sicilia.

E a fine giornata perché non godersi un po’ di shopping e un aperitivo in via Etnea? Si tratta della strada principale di Catania, uno dei luoghi più amati e frequentati dai residenti ma anche dai turisti. Una capatina anche in Corso Italia non può mancare, considerata la via più elegante della città.

Per riuscire a godere a pieno delle bellezze di Catania, un giorno non basta. Ecco è opportuno fermarsi per qualche giorno. A tal proposito l’area del centro storico, dove non è complicato trovare una struttura ricettiva per farsi ospitare, va da via Etnea a piazza Duomo, da via Garibaldi e via Vittorio Veneto passando per Mario Rapisardi. Qui hotel, appartamenti e b&b di ogni fascia di prezzo abbondano, e per avere maggiori info è consigliato rivolgersi al locale ufficio Turismo.

E dopo aver scelto il posto dove dormire, bisogna pensare a come muoversi. Se per il centro storico spostarsi a piedi è l’ideale, per le immediate vicinanze meglio utilizzare un’auto, anche per spostarsi da e verso l’aeroporto o per raggiungere la spiagge più vicine o le location più alla moda.

Un capitolo a parte lo merita il cibo. La cucina catanese racchiude ingredienti di mare e di terra, e le possibilità per soddisfare il palato e di riempire lo stomaco sono davvero molte. A cominciare dalla prima colazione, con l’immancabile brioche ripiena di gelato o di granita e una spremuta di agrumi freschi. Poi ci sono i piatti della tradizione come la pasta alla Norma, con salsa di pomodoro, ricotta salata, melanzane fritte e basilico, o come gli spaghetti alla carrettiera, conditi con olio, aglio crudo, pepe, peperoncino e pomodorini. Per chi ama il pesce, non si può fare a meno della zuppa, dove si trovano sgombro, calamari, vongole, cozze, pomodori, capperi, olive e pane. Altri prodotti che sulle tavole di Catania non mancano mai sono il pesce spada e il polpo caldo con il limone. Per chi ha voglia di un pasto più frugale, perché non provare il classico arancino? A chiudere ci pensano i dolci, con il mitico cannolo. Consigliate pure le minnuzze e le olivette di Sant’Agata.

Quindi di motivi per visitare Catania e per fermarsi qualche giorno in città ci sono tutti. Ora non resta che prenotare e godersi la vacanza, magari seguendo alcuni dei consigli che abbiamo provato a darvi.

Post scriptum: per «bruciare» tutto quello che mangerete, a fine vacanza, concedetevi un’escursione sulle pendici dell’Etna. Un’esperienza davvero unica!