29 ottobre 2020
Aggiornato 18:00
Viaggi

Quando e dove andare in vacanza in Sicilia

Per chi non è mai stato in Sicilia, una guida utile per capire dove andare e il periodo migliore per visitare questa isola meravigliosa

Sicilia
Sicilia Shutterstock

Per chi non è mai stato in vacanza in Sicilia, può essere impegnativo capire dove andare e trovare il periodo migliore per concedersi un viaggio da queste parti: se è vero che il clima è bello più o meno per tutto l’anno, è altrettanto vero che alcuni periodi sono più adatti di altri per poter godere di un’esperienza indimenticabile. La stagione invernale è da escludere perché, con le forti precipitazioni tipiche di questo periodo, si corre il rischio di ritrovarsi alle prese con strade allagate. I mesi di luglio e agosto sono l’ideale per chi ama la spiaggia e la movida, il grande affollamento di turisti garantisce nuove conoscenze ed esperienze, ma meglio prenotare anticipatamente, oppure si rischia di fare fatica anche solo a trovare posti in spiaggia e anche i prezzi possono essere contenuti soltanto prenotando in largo anticipo.

Per chi preferisce una vacanza più rilassante, un buon mese per visitare la Sicilia è quello di maggio, tenendo presente che di giorno la temperatura non scende sotto i 25 gradi, mentre di sera si abbassa in modo significativo. Fare il bagno in mare a maggio non è certo impossibile, così come prendere il sole. In alternativa, i mesi di giugno e settembre regalano una temperatura non afosa, anche se calda, mitigata dal vento. Il mare a settembre ha tutti i pregi che si possono desiderare, essendo poco frequentato, calmo e con l’acqua calda. Per quanto riguarda luglio, infine, va detto che non si corre il rischio di trovare lo stesso caos di agosto, anche se le temperature sono molto alte.

Che cosa mangiare in Sicilia

Concedersi una vacanza in Sicilia non vuol dire solo scoprire posti splendidi, ma soprattutto provare un vasto assortimento di delizie culinarie. Evitare i locali turistici è d’obbligo, visto che si mangia benissimo nelle trattorie o perfino nei panifici o nei bar. I primi e i secondi a base di pesce sono imperdibili, ma ovviamente non ci si può dimenticare degli arancini.

Le spiagge da visitare

Probabilmente una o due settimane non sono sufficienti per scoprire tutte le spiagge più suggestive dell’isola, ma vale comunque la pena di conoscerle anche per stabilire i propri itinerari in funzione del posto in cui ci si trova. In provincia di Siracusa, per esempio, meritano di essere scoperte la spiaggia di Lorenzo a Marzamemi, la spiaggia Calamosche nella Riserva di Vendicari e Capo Passero a Portopalo. In provincia di Trapani, invece, la location migliore è la spiaggia di San Vito Lo Capo. Ancora, in provincia di Agrigento vanno menzionate l’isola dei Conigli a Lampedusa e la Scala dei Turchi a Realmonte. A Palermo e dintorni, infine, da non perdere la spiaggia di Mondello e la spiaggia Caldura a Cefalù.

Gli altri posti da vedere

Al di là del mare, però, la Sicilia regala splendidi scenari anche in città. Nel caso in cui si opti per un tour tra Messina e Catania, magari con un intermezzo alle Isole Eolie, non si può fare a meno di prevedere una deviazione per Taormina, ma soprattutto per il paese meno conosciuto di Castelmola: si tratta di una località poco lontana da Taormina, con un borgo davvero unico e piacevole. Le Gole dell’Alcantara sapranno lasciare a bocca aperta chi si lascia emozionare dagli scenari naturali più inattesi, mentre la Valle dei Templi impone una sosta anche perché può essere visitata sia di giorno che di sera.

Quali paesi scoprire in Sicilia

A proposito di borghi poco noti ma non per questo non interessanti, in agenda dovrebbero finire i nomi di Palazzolo Acreide, in provincia di Siracusa, e di Monterosso Almo, in provincia di Ragusa. Rimanendo nel Ragusano, una vacanza da queste parti permette di vedere il Castello di Donnafugata e le città di Scicli e Modica (quest’ultima è famosa in tutta Italia per il suo cioccolato). Da non dimenticare, poi, le spiagge di Punta Secca e di Marina di Ragusa, che hanno un che di familiare per tutti gli amanti del Commissario Montalbano. Lungo la costa occidentale fra Trapani e Palermo, infine, ci sono la Riserva dello Zingaro, la spiaggia di Scopello con la tonnara e la cittadina di Erice.

Al mare in Sicilia con IGV Club

Chi viaggia in coppia e decide di soggiornare in uno dei villaggi turistici in Sicilia di IGV Club ha la possibilità di approfittare di sconti e vantaggi prenotando entro la fine di marzo. Per i soggiorni a luglio e ad agosto, infatti, viene garantito uno sconto di 300 euro a camera per la prima settimana, e un ulteriore sconto del 10% per la seconda settimana. Inoltre, vengono assicurati il rimborso senza penale fino a 21 giorni prima della partenza e uno sconto superiore al 28% sulla quota base.