28 febbraio 2020
Aggiornato 04:00
Beauty

Acido ialuronico? Chiedi a Checco Zalone!

Dopo l'uscita di «Tolo Tolo» nelle sale cinematografiche tantissimi italiani hanno «scoperto» l’acido ialuronico

Crema viso
Crema viso Pixabay

«Scusi, mi può dare il barattolo di crema all’acido ialuronico che usa Checco Zalone?». Potrebbe sembrare quasi uno sketch ma non lo è, perché dopo l’uscita di Tolo Tolo nelle sale cinematografiche tantissimi italiani hanno «scoperto» l’acido ialuronico. Una molecola che gli esperti, da diversi anni, etichettano come una delle più importanti per il benessere della nostra pelle. Curioso, dunque, che per portare alla ribalta un prodotto del genere sia servito un film, fra l’altro etichettato dalla critica come un vero capolavoro. Nelle farmacie pugliesi, quindi, è stato registrato un forte boom di richieste relative ai prodotti di cosmesi contenenti questo acido. Di conseguenza, a noi non resta altro da fare che passare in rassegna i suoi tanti benefici, dedicando poi un paragrafo finale al successo di Tolo Tolo.

Le grandi proprietà dell’acido ialuronico

Per prima cosa è bene chiarire cos’è l’acido ialuronico. Si tratta nello specifico di una sostanza presente già nel nostro corpo, alla quale si deve una buona fetta della salute della nostra pelle. Molti prodotti anti-age integrano nella propria formula questa molecola, come nel caso delle creme viso con acido ialuronico, le cui proprietà possono essere scoperte nella sezione d’approfondimento dedicata sul sito della Nivea. La domanda sorge spontanea: se questo acido è già presente, perché occorre integrarlo con i suddetti prodotti? Perché, andando avanti con l’età, il corpo inizia a produrne quantità sempre minori. Ciò porta delle conseguenze per la pelle, visto che in assenza di questa sostanza i tessuti cutanei iniziano a cedere, causando la comparsa dell’inestetismo più odiato dalle donne, ovvero le rughe. Il motivo? L’acido ialuronico è un vero e proprio antiossidante, che ha dunque il compito di combattere i radicali liberi, spesso alla base dell’invecchiamento della cute. In secondo luogo, questa molecola è utile anche per mantenere la corretta idratazione dei tessuti. Alcune creme lo adottano anche per il trattamento di problemi alle articolazioni, mentre se si torna alla pelle, l’acido in questione è ottimo pure per contrastare segni come le cicatrici e l’acne.

Il potere dei media e il successo di Tolo Tolo

I media hanno il potere di modificare il comportamento d’acquisto dei consumatori, e non si tratta certo di una novità. Stupisce piuttosto il collegamento fra Tolo Tolo e il boom di cosmetici all’acido ialuronico ma, quando si parla di un successo così grande, tutto può accadere. In fondo, lo dicono i numeri: la nuova commedia di Checco Zalone ha infatti superato la quota di 40 milioni di euro di incassi, anche se il record di Quo Vado (oltre 60 milioni) è molto lontano. Tolo Tolo, ad ogni modo, è comunque riuscito a superare altri cult di Checco Zalone, come Cado dalle Nubi e Che Bella Giornata. Pubblicità occulta? Non in questo caso e ad ogni modo è bene specificare che nel cinema non esiste più, di fatto, tutt’al più si può parlare di product placement come strategia di marketing al cinema.