15 luglio 2020
Aggiornato 20:00
Gossip

Fedez e Chiara Ferragni: le nozze saranno a Noto

La blogger più famosa del pianeta è rimasta incantata dalla bellezza della cittadina siciliana. Ecco la data della cerimonia più attesa dell'anno

Chiara Ferragni e Fedez
Chiara Ferragni e Fedez ANSA

MILANO – Ce lo siamo chiesti per settimane ed ora è quasi certo: Fedez e Chiara Ferragni hanno scelto la data del matrimonio che quasi sicuramente sarà ad agosto 2017. La location sarà tutta italiana e da favola: Noto, in Sicilia. A rivelare l’indiscrezione, il «Giornale di Sicilia», che ha smentito i primi rumors secondo i quali la cerimonia più attesa dell'anno si sarebbe dovuta svolgere a Cremona, la città natale di Chiara e ha rivelato che la cerimonia sarà celebrata nella sala degli Specchi di Palazzo Ducezio, sede del Municipio, a due passi dalla basilica. Ma prima del fatidico sì, che sarà ovviamente super social come già dichiarato da Ferragni e consorte, sarà un altro il lieto evento che coinvolgerà la coppia: la nascita di Leone, il primogenito della coppia (il parto è previsto per inizio aprile).

Papà Fedez non sta nella pelle
Intanto Fedez, papà felice, ha dichiarato al «Corriere della Sera»: «Ci abbiamo pensato veramente tanto perché sai che devi togliere qualcosa a quello che stai facendo e siccome sia io sia Chiara abbiamo tanti impegni, abbiamo dovuto ragionare a lungo - e continua - È stato tutto naturale, è un desiderio arrivato quasi subito. Io mi sento più che pronto a togliere qualcosa al mio lavoro, ad apparire di meno per questo bimbo. Prima di conoscere Chiara ero molto, molto diverso, con priorità diverse». E sull'amore per Chiara rivela:  «Ho avuto relazioni molto più lunghe, che sono valse la metà di quella con Chiara…Ora lei è partita per Parigi e io non dormirò: non riesco più a dormire da solo. È una cosa che mi spaventa un sacco». E il rapper milanese ha anche svelato un aneddoto inedito sui giorni che hanno preceduto la sua proposta di matrimonio: una grossa litigata. «Non ci siamo parlati per un giorno e quello dopo dovevo chiederle di sposarmi. Ero in totale paranoia. Però poi ho pensato: se devo farlo, è più bello avere il brivido di non sapere cosa ti risponde. In realtà era un semi ricatto: prova a dirmi di no davanti a tutte queste persone».