19 gennaio 2022
Aggiornato 08:31
La crisi del Covid

Torino rinuncia al Capodanno in piazza

L'annuncio del primo cittadino, Stefano Lo Russo: «Folle imporre mascherine e poi creare assembramenti. Il primo degli obblighi che abbiamo è garantire la salute dei cittadini»

Torino rinuncia al Capodanno in piazza
Torino rinuncia al Capodanno in piazza Pixabay

A Torino il Capodanno in piazza quest'anno non ci sarà. Lo ha annunciato il primo cittadino, Stefano Lo Russo, presentando «Natale in luce», il programma delle iniziative organizzate dalla Città per le feste natalizie. «Sarebbe folle imporre le mascherine all'aperto e poi organizzare un evento che porta assembramenti - ha aggiunto -. Non lo possiamo consentire. Il primo degli obblighi che abbiamo è garantire la salute dei cittadini».

Ciò non significa che l'ultima notte dell'anno non ci sarà alcun tipo di festeggiamento e qualcosa in serbo sembra esserci, anche se resta al momento una sorpresa, ha spiegato l'assessore ai Grandi eventi, Domenico Carretta, invitando i torinesi «a guardare il cielo allo scoccare della mezzanotte».

Primo caso di variante Omicron in Piemonte

Primo caso di variante Omicron in Piemonte. È un cinquantenne della provincia di Torino, che aveva già completato il ciclo vaccinale, di ritorno dal Sud Africa. Il paziente è asintomatico. A rilevare la variante è stata l'Istituto di Candiolo, che ha proceduto alla genotipizzazione del test dopo che l'uomo era stato sottoposto a tampone nell'ambito della quarantena prevista per chi arriva dai Paesi più a rischio.

«Ancora una volta il sistema di tracciamento dal Piemonte ha immediatamente individuato la presenza di eventuali varianti - sottolineano il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, con l'assessore alla Sanità Luigi Genesio Icardi e alla Ricerca Covid Matteo Marnati -. Si tratta per fortuna di un paziente in buone condizioni di salute, completamente asintomatico, che sarà naturalmente monitorato con la massima cura».

In Piemonte 1.310 nuovi casi, record dal 22 aprile

Sono 1.310 i nuovi casi di Covid in Piemonte comunicati oggi dall'Unità di Crisi della Regione. Un numero così alto non si registrava dal 22 aprile, giorno con 1.464 contagi. Sale anche il tasso di positività: 2,3%, con 56.631 tamponi diagnostici processati, di cui 48.132 antigenici.

La quota di asintomatici, tra i positivi, è del 62,4%. Sono stati accertati 742 casi con lo screening, 451 da contatti di caso, per 117 c'è indagine in corso. Molto alto anche il numero dei nuovi guariti, 713.

Sono stati registrati 3 nuovi decessi, ma nessuno relativo a oggi. Stabile il numero dei ricoverati: in terapia intensiva sono 39 (-1 rispetto a ieri), negli altri reparti 463(+3). Le persone in isolamento domiciliare sono 13.789.