30 marzo 2020
Aggiornato 12:00
MotoGP | Gran Premio di Spagna

Beltramo: Marquez contento, Valentino Rossi preoccupato

Paolone ci racconta i diversi stati d'animo dei piloti migliori al termine della prima giornata di prove libere a Jerez de la Frontera, dominata dalla Honda

JEREZ DE LA FRONTERA – La prima giornata di prove libere del Gran Premio di Spagna di MotoGP a Jerez de la Frontera ha riservato un verdetto piuttosto chiaro: «La sostanza è che le Honda vanno molto forte: i migliori tempi sono di Cal Crutchlow davanti a Dani Pedrosa – racconta il nostro Paolo Beltramo – Poi ci sono Johann Zarco, Andrea Iannone e Marc Marquez: soltanto quinto ma perché è scivolato, senza farsi niente come al solito, e non ha fatto in tempo a tentare il giro veloce. Era importante perché si temeva pioggia, invece è piovuto, e anche forte, solo dopo che il programma era finito: quindi vedremo domani come sarà gommata la pista».

M1 in ritardo
L'umore in casa Yamaha è invece il più nero dei top team: «Valentino Rossi per un pelo, per il momento, è direttamente nella fase finale delle qualifiche: ma non è soddisfatto – conferma Paolone – Aveva la faccia preoccupata: è vero che qui la Yamaha non è venuta a provare, al contrario degli altri, e questo è uno svantaggio, ma anche il maggior margine di miglioramento che hanno domani non è sufficiente ad annullare i problemi. Al contrario dei piloti Honda, di Iannone e di Zarco, come ovviamente dimostrano anche le posizioni. Jerez è una pista tipicamente europea: più stretta, corta e tortuosa; caratteristiche fondamentali, perché i prossimi circuiti saranno più simili a questo. E siccome è difficile superare e si rischia di perdere un sacco di tempo già dal primo giro, è molto importante partire davanti, nelle prime due file».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal