31 marzo 2020
Aggiornato 04:00
MotoGP

Beltramo intervista Ciabatti: «Occhio, anche Yamaha può vincere»

Alla vigilia del primo Gran Premio stagionale in Qatar, il direttore sportivo della Ducati fa il punto sui suoi avversari: «Sicuramente le Honda, ma non solo»

SANT'AGATA BOLOGNESE – Anche Paolo Ciabatti, direttore sportivo della Ducati, è rimasto impressionato dalla simulazione di gara compiuta da Danilo Petrucci, che guida la terza Desmosedici GP18 schierata dal team Pramac, negli ultimi test in Qatar. Impressionato ma non preoccupato: «Non si può essere preoccupati di un pilota che ha un contratto con Ducati, a cui vogliamo particolarmente bene e a cui abbiamo dato una moto ufficiale uguale a quelle di Andrea Dovizioso e di Jorge Lorenzo, ci mancherebbe altro – spiega ai microfoni del nostro Paolo Beltramo – Danilo ha fatto un ottimo lavoro, tra l'altro come forse gli appassionati sapranno noi lavoriamo con tutti i nostri piloti scambiando le informazioni, quindi i dati che ha raccolto lui verranno sicuramente utili anche ad Andrea e a Jorge. Ha compiuto una simulazione di gara all'ora giusta, con un passo impressionante, quindi penso che potrà essere della partita per la gara».

Avversari da rispettare
Ma guai a immaginare che la partita per la vittoria del primo Gran Premio stagionale sia tutta in casa della Rossa di Borgo Panigale: «Sappiamo che, anche se hanno dimostrato qualche difficoltà di troppo, secondo noi ci saranno anche le Yamaha, sia quelle ufficiali che quella di Johann Zarco – prevede Ciabatti – e sicuramente le Honda ufficiali e quella di Cal Crutchlow. È un gruppo in cui ci sono dieci-undici piloti veramente in grado, soprattutto nella prima metà di gara, di dire la loro».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal