22 ottobre 2021
Aggiornato 08:00
Congresso UEFA

Platini: «La mia coscienza è pulita»

L'ormai ex numero uno del massimo organo del calcio europeo ha concluso la sua avventura aprendo il 12° congresso straordinario. E l'Italia torna nel board Fifa: Evelina Christillin è stata eletta membro aggiuntivo della Uefa nel Consiglio della Fifa.

https://adv.diariodelweb.it/video/askanews/2016/09/20160914_video_11473943.mp4

ATENE - Un addio orgoglioso e fiero. Michel Platini lascia la Uefa nel giorno dell'elezione del suo successore alla presidenza dell'organismo che governa il calcio europeo e da Atene non rinuncia a ribadire per l'ennesima volta la sua innocenza.
«Signore e signori, voglio ringraziare tutti quelli che in questa sala hanno avuto il coraggio e la fedeltà a sostenermi durante gli ultimi mesi. Grazie per questi 9 anni di lavoro insieme. Voglio anche precisare che io non critico chi non mi sostiene, tutti hanno il diritto di avere le proprie convinzioni. Sono sicuro che non ho commesso il minimo errore, e continuo la battaglia legale. La mia coscienza è pulita». Ha detto Michel Platini, che è stato sospeso dalla Fifa per quattro anni da qualsiasi attività legata al calcio per aver ricevuto dall'ex presidente della Fifa Blatter una consulenza da 1,8 milioni di euro per attività svolte dal 1998 al 2002 ma pagati solo nel 2011 e senza alcuna contabilizzazione legale.

Intanto l'Italia torna nel board della Fifa
Evelina Christillin è stata eletta infatti per acclamazione come membro aggiuntivo della Uefa nel Consiglio della Fifa. È la prima donna europea a entrare nel gotha del calcio mondiale.

(Immagini Afp)