20 agosto 2019
Aggiornato 02:30

Ecco il progetto di Inter e Milan per il nuovo stadio

Passi avanti dei due club milanesi per la costruzione del nuovo impianto cittadino nei prossimi anni

Lo stadio di San Siro ospita le gare casalinghe di Inter e Milan
Lo stadio di San Siro ospita le gare casalinghe di Inter e Milan ANSA

MILANO - A Milano fanno sul serio: Inter e Milan sono realmente intenzionate ad unirsi nel progetto che farà sorgere nei prossimi anni un nuovo stadio nel capoluogo lombardo e in cui giocheranno entrambe le compagini meneghine. Impossibile ristrutturare e riammodernare il pur glorioso San Siro al quale tutti (tifosi in testa) sono legatissimi per sentimento, riconoscenza e cuore; ma il calcio è cambiato e cambierà sempre di più nei decenni a venire, Inter e Milan nell’ultimo lustro hanno arrancato e non possono permettersi di rimanere così indietro rispetto alla Juventus e alle altre grandi d’Europa.

Progetto e tempi

E così i due club di Milano si sono fusi in un’impresa rossonerazzurra muovendo i primi passi con la giunta comunale cittadina, per poi predisporre un bando fra i migliori studi di architettura mondiali specializzati nella costruzione di impianti ed arene sportive, quindi ad inizio 2020 porteranno al sindaco Sala il progetto ufficiale e definitivo (costo totale stimato in oltre 1,2 miliardi di euro). Ma quanto ci vorrà per la realizzazione del nuovo stadio? Dopo la presentazione del progetto, ci vorrà un anno per ottenere autorizzazioni e permessi, l’inizio dei lavori è previsto per i primi mesi del 2021 con la prima partita ufficiale che potrebbe disputarsi ad inizio del campionato 2024-2025 col Milan che per alternanza di gare dovrebbe essere il primo a giocare in casa.

San Siro

In molti negli ultimi tempi si stanno chiedendo cosa ne sarà dell’attuale stadio milanese, soprattutto in considerazione del fatto che il nuovo impianto sorgerà proprio nell’area di San Siro. L’abbattimento di quella che ad oggi è considerata la Scala del Calcio è l’ipotesi alternativa a quella di far sorgere la nuova arena nell’area oggi ad adibita ai parcheggi, soluzione che consentirebbe anche ad Inter e Milan di non cambiare casa nel periodo di transizione. Il sindaco Sala, inoltre, sarebbe contrario alla demolizione di San Siro, un po’ per romanticismo ma soprattutto perché vorrebbe inaugurare lì le Olimpiadi invernali del 2026, appena assegnate a Milano. Inter e Milan, intanto, muovono i primi determinanti passi per un cambio epocale che farà storcere il naso ai nostalgici, ma renderà le due società milanesi al passo coi tempi e con le migliori realtà sportive del continente.