22 novembre 2019
Aggiornato 12:00

Parte bene Aprilia: Espargarò nella top-ten, Iannone a punti

Il primo appuntamento iridato in Qatar si risolve in un bel weekend per l’Aprilia Racing Team Gresini che conclude con una gara positiva tre giorni di crescita continua

Parte bene Aprilia: Espargarò nella top-ten, Iannone a punti
Parte bene Aprilia: Espargarò nella top-ten, Iannone a punti Gresini Racing

LOSAIL - Il primo appuntamento iridato in Qatar si risolve in un bel weekend per l’Aprilia Racing Team Gresini che conclude con una gara positiva tre giorni di crescita continua. Aleix Espargaró, autore di una bella partenza, ha cercato di agganciarsi al treno dei primissimi ma ha faticato a trovare grip con la gomma nuova. Assestatosi alle spalle del primo gruppo ha via via migliorato la sua prestazione, sempre contenendo il distacco dalla vetta, risalendo posizioni, vincendo, proprio all’ultimo giro, il duello con Morbidelli per la decima piazza e contenendo il distacco dal primo a poco più di nove secondi. Un risultato ottimo che lo premia per la bella gara.

Per Andrea Iannone la gara del Qatar è stato, di fatto, il primo «long run» in sella alla nuova RS-GP. Andrea, penalizzato dalla partenza in settima fila non ha potuto mantenersi vicino ai primi ma, una volta sgranato il gruppo, ha preso un passo degno di ben migliori piazzamenti risalendo fino alla tredicesima posizione. Il duello perso con Lorenzo sul rettilineo finale lo ha consegnato alla quattordicesima casella che gli regala comunque i primi punti in campionato ma, soprattutto, conferma il suo trend di crescita continua, esattamente il primo obiettivo suo e del suo team in questa fase della stagione.

Bradley Smith ha concluso la gara anzitempo per una scivolata senza conseguenze fisiche a due giri dalla bandiera a scacchi. Per il pilota inglese e il test team è stata la prima uscita in gara e il weekend lascia una grande mole di dati e di risultati sulle molte prove effettuate. Dati che saranno materiale prezioso per i prossimi step di crescita della RS-GP 19, una moto che nella notte del Qatar ha mostrato ottime potenzialità.

Aleix Espargarò

«Davvero niente male! Finire nei dieci alla prima gara è certamente positivo. Essendo partito bene ho cercato di rimanere agganciato ai primi, il nostro motore ora è competitivo specie nelle marce alte e ho una bella velocità in rettilineo ma con la gomma nuova non ho mai avuto una buona trazione. Poi, quando il grip ha cominciato a calare per tutti, mi sono sentito molto competitivo, peccato che abbia perso un sacco di tempo per passare Miller ma quando l’ho fatto ho potuto passare anche Morbidelli e finire nei dieci. Su questo bel risultato possiamo costruire la nostra crescita».

Andrea Iannone in Qatar
Andrea Iannone in Qatar (Gresini Racing)

Andrea Iannone

«E' stata una gara nel complesso positiva. Al mio debutto con Aprilia abbiamo finito a 14 secondi dal primo, questo significa che abbiamo lavorato bene. Non sono mancate le difficoltà: alla prima curva ho perso l'ala sinistra a causa di un contatto, e questo non ha certo aiutato. Sono contento, miglioriamo ogni volta che scendiamo in pista e ho alle mie spalle un team di persone competenti che credono in me. Ingredienti fondamentali che mi permettono di essere positivo, siamo sulla strada giusta».

Bradley Smith

«Non è stato il finale di weekend che ci aspettavamo. Come già avevamo intuito durante le prove, dopo i primi 5 giri nei quali mi sentivo molto bene abbiamo iniziato a cedere terreno inesorabilmente. Nel corso degli ultimi giri ho cercato di aumentare un po' il ritmo ma sono scivolato alla curva 1. Dovremo analizzare bene questo comportamento, abbiamo già qualche idea a riguardo e inizieremo a lavorarci già dal prossimo test di Jerez».