18 settembre 2019
Aggiornato 09:00

Juventus: Allegri fissa gli obiettivi di gennaio

Ripresi i lavori dopo le festività natalizie i bianconeri si apprestano a rituffarsi in una stagione che potrebbe regalare anche più soddisfazioni delle precedenti

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus
Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus ANSA

TORINO - La Juventus ha chiuso un 2018 coi fiocchi, fra record frantumati e primati abbattuti come fuscelli per la compagine bianconera, prima in campionato con un vantaggio disarmante sulle rivali, vincitrice nel proprio girone eliminatorio di Coppa dei Campioni e pronta a giocarsi la Supercoppa Italiana contro il Milan ed iniziare l’avventura in Coppa Italia, altro trofeo che da 4 stagioni vede la Juve assoluta dominatrice. Per il nuovo anno, Massimiliano Allegri chiede ai suoi la stessa mentalità avuta sinora, la stessa fame e voglia di vincere che per la Juventus potrebbe significare conferma in Italia (scudetto e Coppa Italia), ma soprattutto quell’affermazione in Europa che a Torino aspettano ormai dal lontano 1996.

Tabella di marcia

Un passo alla volta, sostiene Allegri, e così il programma della Juventus per la seconda parte di stagione viene stilato per tappe, un obiettivo dopo l’altro in ordine cronologico. Il tecnico livornese, infatti, non ammette cali di concentrazione e «scelte» circa le partite più abbordabili da affrontare: per lui ogni gara è storia a sé e va vinta senza neanche leggere il nome dell’avversario di turno, che sia serie A, Coppa Italia o Coppa dei Campioni. Si parte la sera di sabato 12 gennaio (inizio ore 20:45) con la sfida unica degli ottavi di Coppa Italia in casa del Bologna, partita da dentro o fuori per confermare il dominio nella coppa nazionale.

Trofei ufficiali

Mercoledì 16 a Gedda in Arabia Saudita (fischio d’inizio alle 18:30 ora italiana) i bianconeri giocheranno contro il Milan la gara di Supercoppa Italiana, gara secca per assegnare il primo trofeo stagionale. Lunedì 21, poi, l’esordio in campionato per il 2019 con il testacoda dello Juventus Stadium contro il Chievo (inizio ore 19), quindi domenica 27 gennaio alle 20:30 il posticipo della seconda giornata a Roma con la Lazio. Per Allegri nessun calo di tensione, ci sono in ballo due competizioni con gare da dentro o fuori (Coppa Italia e Supercoppa) e le prime due giornate del girone di ritorno di campionato; e se è vero che chi ben comincia è a metà dell’opera, l’allenatore juventino pretende l’eccellenza sin da subito, da un gennaio che dovrà ricominciare esattamente come la fine del vecchio anno.