20 agosto 2019
Aggiornato 11:00

Moto3, a Motegi continua il sogno mondiale del Team Del Conca Gresini

In ballo ci sono entrambi i piloti con Jorge Martin attualmente primo in classifica con 204 punti e Fabio Di Giannantonio terzo a 29 punti dal compagno di squadra

Jorge Martin
Jorge Martin Gresini Racing

MOTEGI - Si apre il periodo più duro della stagione per il Campionato del Mondo MotoGP e per il Team Del Conca Gresini che si presenta a Motegi per continuare il suo percorso verso il titolo mondiale 2018. In ballo ci sono entrambi i piloti con Jorge Martin attualmente primo in classifica con 204 punti e Fabio Di Giannantonio in costante avvicinamento dopo la vittoria di Buriram, e ora terzo a 29 punti dal compagno di squadra. In mezzo a loro il solo Bezzecchi può impensierire il sogno biancoblu, anche se la matematica mantiene vive le speranze di altri 4 piloti.

Saranno tre settimane intense, con il Giappone che apre, Phillip Island a ruota e Sepang a chiudere e le sensazioni nel box sono positive in entrambi i lati. Sul fronte spagnolo c’è ottimismo sulla mano «infortunata» in continuo miglioramento, mentre per il numero 21 ci sarà da sfruttare l’onda emozionale della vittoria di 15 giorni fa e provare a confermarsi subito.
Motegi con i suoi quasi 5 chilometri e almeno quattro lunghi rettilinei potrebbe non essere la pista più adatta agli alfieri del Team Del Conca Gresini Moto3, entrambi alla ricerca del primo podio sul tracciato giapponese. L’attacco al podio del sol levante inizierà venerdì alle 2:00 ora italiana con le prime libere.

JORGE MARTIN #88 - «Il Giappone è una pista che mi piace e dove ho sempre fatto abbastanza bene. Vero è che lo scorso anno con pista bagnata non avevamo trovato il setting perfetto e avevo fatto un po’ di fatica. Siamo leader quindi arriviamo con grande motivazione, abbiamo trovato quello che ci mancava sui rettilinei e anche se le KTM hanno ancora qualcosa in più in accelerazione, credo che siamo pronti. Marcheremo il più possibile Bezzecchi e proveremo ad aumentare il vantaggio in classifica».

FABIO DI GIANNANTONIO #21 - «Sarà una trio lunga e difficile, dove l’obiettivo sarà fare tanti punti, cosa che non mi è riuscita in passato. In Giappone dopo la vittoria in Thailandia arriviamo con motivazioni alle stelle. Non saremo troppo favoriti perché è una pista con tanti rettilinei che è dove soffro di più però sono convinto che con una buona base e un buon setting possiamo giocarci il podio e speriamo la vittoria. Il Giappone poi ha un’atmosfera particolare ed è sempre bello correrci, con tanti appassionati e tanti spettatori, non vedo l’ora».