22 settembre 2018
Aggiornato 03:30

Ricciardo dalla Red Bull alla Renault

Il pilota australiano: «Sono rimasto impressionato dai progressi fatti in soli due anni». Intanto prosegue in modo soddisfacente il decorso post operatorio di Niki Lauda
Daniel Ricciardo
Daniel Ricciardo (ANSA)

LONDRA - Daniel Ricciardo dal prossimo anno correrà per la Renault al fianco di Nico Hulkengerg. Dopo l'annuncio della separazione tra la Red Bull e l'australiano, arriva l'ufficialità del trasferimento alla Renault, con un contratto della durata di due anni. In un comunicato stampa il team Renault Sport F1 conferma che nel mondiale 2019 Ricciardo affiancherà Nico Hulkenberg.

IL BENVENUTO DI RENAULT - «La Renault ha deciso di tornare in Formula 1 per lottare per il titolo - ha spiegato Jerome Stroll, presidente di Renault Sport Racing -. La firma di Daniel Ricciardo rappresenta un'opportunità unica per raggiungere questo obiettivo». Per l'ad del gruppo, Cyril Abiteboul «la firma di Daniel sottolinea la nostra determinazione ad accelerare i nostri progressi verso l'avanguardia dello sport. E' anche un riconoscimento del lavoro compiuto nelle ultime due stagioni e mezzo. Il talento e il carisma indiscussi di Daniel sono di enorme importanza per il team. Dovremo ripagare la sua fiducia in noi consegnandogli la migliore auto possibile. Gli diamo il benvenuto nel nostro team con grande orgoglio ma altrettanta umiltà».

RICCIARDO: NUOVA SFIDA - Per Ricciardo non è stato semplice lasciare la Red Bull. «Probabilmente è stata una delle decisioni più difficili da della mia carriera, ma ho pensato che fosse giunto il momento di affrontare una nuova sfida. Mi rendo conto che c'è molto tempo per permettere alla Renault di raggiungere l'obiettivo di competere ai massimi livelli - ha spiegato l'australiano -, ma sono rimasto impressionato dai progressi che hanno fatto in soli due anni e so che ogni volta che la Renault è stata in F.1, alla fine ha vinto. Spero di essere in grado di aiutarli in questo avventura sia in pista che fuori».

LAUDA MIGLIORA - Prosegue in modo soddisfacente il decorso post operatorio di Niki Lauda, ricoverato in un ospedale di Vienna, a seguito di un trapianto urgente di polmoni. «Siamo molto soddisfatti del decorso operatorio. Prima dell'intervento le condizioni del signor Lauda erano estremamente critiche, i polmoni erano fortemente danneggiati e ricordiamoci che negli ultimi sette giorni era tenuto in vita da un pompa cuore-polmoni». Lo ha detto questa mattina il professor Walter Klepetko, capo del dipartimento clinico di chirurgia toracica dell'Allgemeinen Krankenhaus (AKH) di Vienna, all'emittente austriaca oe24.TV.
Sulla ripresa del tre volte campione del modo «Ci vorrà del tempo, resterà ricoverato alcune settimane e siamo ottimisti», ha aggiunto Klepetko.