22 maggio 2019
Aggiornato 13:30
MotoGP | Gran Premio d'Olanda

Il vantaggio di Marquez non basta: «La corsa al titolo è aperta»

Marc si presenta ad Assen saldamente in testa alla classifica mondiale, ma questo weekend si limiterà ad amministrare oppure andrà ancora all'attacco?

ASSEN – Che Marc Marquez vedremo sulla Cattedrale del motociclismo di Assen? Quello del Mugello, pronto ad attaccare al massimo con il rischio di finire per terra, o quello di Barcellona, disposto ad accontentarsi di un nutrito bottino di punti pur di amministrare il considerevole vantaggio in campionato? Quello che proprio in Olanda ammirammo del 2015, quando portò fino al traguardo lo scontro con Valentino Rossi o quello del 2016 quando si limitò a portare a casa un sicuro secondo posto alle spalle del sorprendente vincitore Jack Miller?

Palmares scarso
Le sue parole non sembrano ancora sciogliere questo dubbio: «È positivo arrivare qui con un piccolo vantaggio in campionato, ma è ancora molto presto – commenta il campione catalano della Honda – Ci sono diversi piloti ancora in corsa per il titolo, quindi dobbiamo continuare a lavorare e cercare di conquistare il miglior risultato che la situazione ci consentirà». Del resto il circuito olandese non è uno dei più favorevoli al Cabroncito, che qui in MotoGP vinse solamente nel 2014: «Veniamo da una buona giornata di test a Barcellona, ma Assen è una pista molto diversa dal Montmelò, quindi sarà molto interessante vedere come ci comporteremo qui – spiega il sei volte iridato – Finora abbiamo mantenuto un buon livello più o meno ovunque e siamo riusciti a portare a casa dei buoni risultati in diversi circuiti, perciò mi sento ottimista anche in preparazione per Assen. La pista mi piace e i tifosi sono sempre molto appassionati qui».