3 aprile 2020
Aggiornato 03:00
MotoGP

Ducati torna tutta italiana: al posto di Lorenzo arriva Petrucci

Promosso dalla squadra satellite Pramac, sarà il 27enne di Terni ad affiancare Andrea Dovizioso nella squadra ufficiale della Rossa, al posto dello spagnolo

Danilo Petrucci
Danilo Petrucci Michelin

BOLOGNA – Ducati ha annunciato di aver raggiunto un accordo con Danilo Petrucci grazie al quale il pilota italiano entrerà a far parte del team ufficiale per la stagione 2019. Petrucci, 27enne di Terni, viene dunque promosso, dopo quattro stagioni sulla Desmosedici della squadra satellite Pramac, per gareggiare al fianco del suo connazionale Andrea Dovizioso, recentemente confermato per altre due stagioni. «Entrare a far parte della squadra ufficiale è un sogno che si realizza – ha dichiarato Danilo Petrucci – È un grande onore diventare pilota Ducati, soprattutto per uno come me che ha iniziato la sua carriera in Ducati come collaudatore di moto di serie. Prima di tutto vorrei ringraziare Paolo Campinoti e Francesco Guidotti, grazie ai quali quattro anni fa ho iniziato a correre con la Ducati nel team Pramac. Senza di loro tutto questo non sarebbe stato possibile. Ringrazio anche i dirigenti di Ducati, Claudio Domenicali, Gigi Dall’Igna e Paolo Ciabatti, che mi hanno sempre apprezzato, prima come persona e poi come pilota, e non vedo l’ora di iniziare questa nuova avventura nel team ufficiale. Adesso il mio unico obiettivo è cercare di finire la stagione fra i primi cinque in classifica e poi cominciare la nuova avventura con il team ufficiale».

Cambio della guardia
Claudio Domenicali, amministratore delegato di Ducati, ha aggiunto: «Vorrei innanzitutto ringraziare Jorge Lorenzo per l'impegno che ha profuso come pilota Ducati e in particolare per l'eccezionale vittoria di domenica scorsa al Mugello, che passerà alla storia come uno dei trionfi più leggendari della nostra azienda. Jorge è un grande campione, anche se da un pilota del suo valore ci saremmo aspettati la capacità di fornire in tempi più rapidi indicazioni chiare e precise ai nostri tecnici per migliorare il suo feeling con la nostra moto, e quindi mi auguro che possa non solo ottenere altre vittorie nelle restanti gare della stagione ma addirittura lottare per il titolo mondiale insieme al suo compagno di squadra Andrea Dovizioso, adesso che finalmente riesce a sfruttare tutto il potenziale della nostra Desmosedici. Non dimentichiamoci che siamo solo a un terzo di stagione e il campionato è totalmente aperto. Desidero dare un caloroso benvenuto a Danilo, che non vediamo l'ora di vedere in sella alla Desmosedici GP del team Ducati insieme ad Andrea, e che sicuramente continuerà la sua rapida ascesa verso il successo con i colori del team ufficiale. Onesto, grande lavoratore e velocissimo, Danilo interpreta al meglio lo spirito del ducatista. Gli vogliamo davvero bene».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal