19 ottobre 2019
Aggiornato 14:30

Valentino Rossi nominato per l'Oscar dello sport (con Hamilton e Raikkonen)

Nonostante la sua stagione nera, il Dottore ha ricevuto la nomination come «ritorno dell'anno» per il suo rientro lampo dall'infortunio. In corsa anche la F1

Valentino Rossi sulla griglia di partenza del GP di Aragona, dove rientrò dall'infortunio
Valentino Rossi sulla griglia di partenza del GP di Aragona, dove rientrò dall'infortunio Yamaha

ROMA – Il 2017 è stata una delle peggiori stagioni della sua carriera. Eppure, quello che Valentino Rossi è stato capace di realizzare anche in un anno così negativo ha attirato su di lui gli occhi del Laureus World Sport Awards, il premio considerato come l'Oscar dello sport. Il Dottore ha infatti ricevuto la nomination nella categoria «ritorno dell'anno»: il motivo, è facile intuirlo, riguarda il suo rientro lampo alle corse, nel Gran Premio di Aragona in cui conquistò il quinto posto, solo 25 giorni dopo la frattura di tibia e perone in allenamento. Il fenomeno di Tavullia se la dovrà vedere con gli altri candidati: il Barcellona per la sua rimonta contro il Paris Saint-Germain in Champions League, la Chapecoense per il ritorno in campo dopo la caduta dell'aereo nella quale rimasero uccisi 19 giocatori, il tennista Roger Federer e gli atleti Justin Gatlin e Sally Pearson. Il nove volte iridato non è certo nuovo alla presenza in questa manifestazione: già nel 2011 si aggiudicò la stessa categoria «ritorno dell'anno», nel 2006 il premio per lo spirito sportivo, e vanta ben cinque nomination come «sportivo dell'anno» (2004, 2005, 2006, 2009 e 2010). L'unico altro pilota motociclistico ad aver mai vinto un Laureus fu Marc Marquez nel 2014, in qualità di «rivelazione dell'anno».

Gli automobilisti
Anche in questa edizione, in effetti, su otto categorie e un totale di 47 nomination Rossi è l'unico rappresentante del motociclismo agli Oscar dello sport. Ci sono invece due nominati per quanto riguarda la Formula 1: Lewis Hamilton e la Mercedes. Il pilota anglo-caraibico è stato inserito nella categoria «sportivo dell'anno» (insieme a Mo Farah, Roger Federer, Rafael Nadal, Chris Froome e Cristiano Ronaldo) per aver vinto il suo quarto titolo mondiale dopo la delusione della sconfitta patita da Nico Rosberg nel 2016, il quale per questo vinse il Laureus come «rivelazione dell'anno». Le Frecce d'argento corrono invece nella categoria squadre per il loro quarto campionato consecutivo a dispetto del cambiamento regolamentare, contro la nazionale francese di Coppa Davis, i Golden State Warriors dell'Nba, il team New Zealand in Coppa America, i New England Patriots di Nfl e il Real Madrid. Ci sono anche due avvenimenti delle quattro ruote nella categoria «miglior momento sportivo del 2017»: la presenza di Billy Monger, il giovane pilota inglese che ha subito la doppia amputazione delle gambe a seguito di un terribile incidente in Formula 4, come ospite della Mercedes al Gran Premio di Gran Bretagna, e le lacrime del baby tifoso ferrarista Thomas Danel seguite dalla gioia di incontrare Kimi Raikkonen durante il Gran Premio di Spagna. I nomi dei vincitori, votati dalla Laureus World Sports Academy, saranno rivelati in occasione di una cerimonia a Montecarlo il prossimo 27 febbraio, mentre il «miglior momento sportivo» può essere votato online dagli stessi tifosi.