2 dicembre 2020
Aggiornato 07:00
Calciomercato

Il Psg torna alla carica per Gigio, ma il Milan ha un asso nella manica

Dopo l’assalto estivo andato a vuoto per la ferma volontà del portierone rossonero di restare al Milan, adesso pare che il club parigino sia pronto ad una nuova offensiva già per gennaio. I tifosi milanisti però possono contare su Bonucci, punto di riferimento di Gigio in campo e fuori.

MILANO - Quattordici, i milioni netti annui offerti in estate dal Paris Saint Germain a Gianluigi Donnarumma per convincerlo a trasferirsi all’ombra della Torre Eiffel. Sei, i milioni netti accettati dal portierone di Castellammare di Stabia per firmare il prolungamento di contratto con il Milan. Tanti, gli anni che i tifosi rossoneri sperano di vivere con Gigione ancora a difendere quei colori che lui stesso ama fin da quando era bambino. Tantissimi, gli ostacoli che potrebbero frapporsi tra i sogni dei fans milanisti e la realtà. Questa, in sintesi l’analisi semplificata di una querelle di mercato che ha tenuto banco per almeno un paio di mesi la scorsa estate.

Riecco il Psg 
Una vicenda che ha finito per placarsi solo al momento delle agognate firme sul contratto di Donnarumma, ma che non ha mai smesso di covare qualcosa sotto la cenere. Ed infatti è bastato che Gigio tornasse a sfoggiare miracoli, con quella naturalezza che solo lui riesce ad indossare quando si trova tra i pali, ed ecco puntuali rifarsi sotto gli squali famelici desiderosi di accaparrarsi i suoi preziosi servigi.

Tentativo per gennaio
In tal senso, arrivano da Londra, dal forum Wyscout che riunisce club e operatori di mercato di tutto il mondo, i primi inquietanti - per i tifosi del Milan - segnali circa un ritorno di fiamma del Paris Saint Gemain per il numero 99 rossonero. Si sussurra che il club parigino sarebbe addirittura pronto ad un’offerta shock già a gennaio per cercare di blindare Donnarumma ed affidargli la porta difesa finora con alterne fortune da Areola e Trapp. 

L’amicizia con Leo
Ovvio che la suggestione Champions potrebbe rappresentare un fattore importante nella decisione del baby fenomeno di Casa Milan, ma c’è un’altra questione da mettere sul piatto, a bilanciare il fascino della più importante competizione continentale: il legame che si è creato tra Donnarumma e il neo capitano rossonero Leonardo Bonucci. Dopo un periodo complicato, la difesa di Montella si sta compattando attorno al blocco monolitico formato proprio dai due azzurri (senza dimenticare il prezioso ed indispensabile apporto di Romagnoli) ed è lecito supporre che proprio per questa ragione Gigio ci penserà non una ma mille volte prima di accettare eventuali offerte da Parigi. È un po’ poco per dormire sonni tranquilli, ma l’addio di Donnarumma non è così scontato come in tanti vogliono farci credere.