13 dicembre 2019
Aggiornato 11:01

Plizzari sbaglia, Inzaghi gode

Sabato agrodolce per i due ex milanisti, di fronte in Ternana-Venezia, l'uno come portiere e l'altro come tecnico

Alessandro Plizzari, portiere classe 2000 del Milan in prestito in serie B alla Ternana
Alessandro Plizzari, portiere classe 2000 del Milan in prestito in serie B alla Ternana ANSA

TERNI - Una delle partite più belle ed entusiasmanti della settima giornata del campionato di serie B è stata senza dubbio Ternana-Venezia: i lagunari, avanti per 2-0, si sono fatti rimontare dagli umbri che in un minuto hanno trovato il pareggio, salvo poi soccombere in pieno recupero e regalare il definitivo successo per 3-2 ai veneti, lanciati ora verso l'alta classifica. Ma al Liberati di Terni è andato in scena anche lo scontro fra ex milanisti Plizzari-Inzaghi: il portierino classe 2000 in prestito dal Milan alla Ternana e l'ex centravanti ed allenatore rossonero, oggi tecnico del Venezia. Alla fine l'ha spuntata Inzaghi, anche grazie ad un paio di sfortunati errori dell'estremo difensore umbro, finora quasi perfetto nel pur mediocre campionato dei rossoverdi e che invece sabato è andato in difficoltà: prima ha causato una mezza autorete che ha portato il Venezia sul 2-0, rincorrendo la palla dopo un rimpallo e non riuscendo ad evitare il gol, trascinandosi anzi la sfera al di là della linea bianca. Plizzari che non è apparso irreprensibile neanche sul 3-2 finale di Domizzi, autore di un colpo di testa preciso ma molto lento, sul quale il portiere della Ternana è rimasto fermo senza neanche abbozzare una reazione. Nulla di tragico, anzi, forse giornate simili serviranno al giovane portiere per imparare e per fare quella scuola guida per cui il Milan lo ha mandato in prestito a giocare; a lui adesso l'occasione di riscattarsi e mettere in mostra anche carattere e personalità.