6 dicembre 2019
Aggiornato 05:30

Sorpresa: a Sepang vola la Ferrari! Mercedes in grande ritardo

Ci si aspettava che la pista malese, con i suoi lunghi rettilinei e le curve veloci, favorisse le Frecce d'argento. Invece a dominare la prima giornata di prove libere, con una doppietta, sono Vettel e Raikkonen. Hamilton quinto e Bottas sesto sia con il bagnato che con l'asciutto

SEPANG – Sorpresa: è la Ferrari la dominatrice della prima giornata di prove libere del Gran Premio di Malesia. Dopo il disastro alla partenza di Singapore, dunque, arriva l'immediato riscatto delle due Rosse, che cominciano nel migliore dei modi il weekend di gara piazzando una doppietta al venerdì. Il più veloce di tutti è stato Sebastian Vettel (1:31.261), seguito dal suo compagno di squadra Kimi Raikkonen, staccato di ben sei decimi. A otto e nove decimi rispettivamente, invece, inseguono le due Red Bull di Daniel Ricciardo e Max Verstappen. Oltre ad aver comandato la simulazione di qualifica con gomme supersoft, poi, il Cavallino rampante ha convinto anche sul passo gara con gli pneumatici soft, girando costantemente sul piede dell'1:36.

Mercedes lente e fallose
Decisamente più in difficoltà sono apparse invece le due Mercedes, che su questa pista caratterizzata da lunghi rettilinei e curve veloci apparivano sulla carta favorite. Lewis Hamilton ha chiuso solo quinto, addirittura alle spalle della McLaren di Fernando Alonso, e con un ritardo di 1.4 secondi dal suo avversario nella corsa al Mondiale, mentre Valtteri Bottas si è piazzato sesto. Le Frecce d'argento sono state anche protagoniste di un fuoripista a testa, che potrebbero confermare un bilanciamento non perfetto della monoposto: Bottas è finito fuori alla curva 10 mentre superava all'esterno una Williams più lenta, e per poco è riuscito a fermarsi nelle vie di fuga evitando l'impatto con il muro di protezione; Hamilton ha invece toccato il cordolo alla curva 8 e ha perso il posteriore andando in testacoda. La seconda sessione è stata inoltre interrotta anzitempo quando lo stesso Bottas ha sollevato un cordolo che ha colpito pericolosamente la gomma posteriore destra della Haas di Romain Grosjean, per fortuna senza conseguenze per il pilota.

Mattinata sul bagnato
Anche il turno del mattino era stato accorciato, stavolta a causa dell'intensa pioggia nei minuti iniziali. Quando poi le vetture hanno ottenuto il via libera per scendere in pista, il circuito si è gradualmente asciugato fino a consentire ai piloti di montare pneumatici intermedi. Le più veloci in queste condizioni sono state le due Red Bull, con Verstappen davanti a Ricciardo di sette decimi. Terzo posto per Alonso, mentre le Ferrari di Raikkonen e Vettel sono giunte quarta e quinta rispettivamente a 1.7 e 2.0 secondi. Anche in questo caso arretrate le due Mercedes: Hamilton quinto addirittura a 2.5 secondi, Bottas sesto.