25 febbraio 2020
Aggiornato 14:30
Calcio

L'Inter si tira fuori dalla corsa a Pellegri

Per bocca del direttore sportivo Ausilio i nerazzurri escludono la possibilità di ingaggiare il giovanissimo centravanti del Genoa, sempre più vicino al Milan

Pietro Pellegri, attaccante classe 2001 del Genoa
Pietro Pellegri, attaccante classe 2001 del Genoa ANSA

MILANO - Pietro Pellegri è oggetto del desiderio di svariati club e lo sarà almeno da qui a gennaio. Non può passare inosservato il talento del centravanti classe 2001, 16 anni appena e già 3 gol in serie A fra la fine dello scorso campionato e l'inizio di questo; fisico, voglia di imparare e sacrificarsi, senso del gol e cattiveria, qualità che hanno solleticato l'appetito del Milan che col Genoa ha un accordo e una promessa già da agosto e conta di chiudere nel prossimo inverno alla riapertura del calciomercato, ma attenzione agli inserimenti dell'ultim'ora della Juventus e di un paio di società inglesi (Chelsea e Manchester City, ad esempio), non dell'Inter che pure era stata vicinissima alla punta genoana anche prima del Milan ed in tempi meno sospetti; il direttore sportivo interista Piero Ausilio ha infatti chiuso più o meno ufficialmente le porte al classe 2001: "Pellegri? Non penso verrà all'Inter - ha detto Ausilio - noi siamo molto attenti ai giovani, ma il nostro settore giovanile in avanti ha già Pinamonti ed Odgaard e ci sentiamo a posto così». Un ritiro che spiana ancora di più la strada ad un Milan già ampiamente favorito nella corsa a Pellegri, un calciatore individuato e bloccato dalla dirigenza rossonera che conferma di gettare un occhio al presente e più di uno anche al futuro.