27 giugno 2019
Aggiornato 03:30
MotoGP | Gran Premio di San Marino

Vinales e la Yamaha: «Valentino Rossi, ci mancherai». Ma lui: «Torno presto»

Il suo compagno di squadra (che a Misano correrà da solo, diventando così l'unico portacolori che potrà puntare al titolo mondiale) e tutta la casa dei Diapason inviano un pensiero al convalescente Dottore alla vigilia del suo GP di casa. E lui li rassicura: «La guarigione procede bene»

I due piloti Yamaha, Valentino Rossi e Maverick Vinales, insieme sul podio
I due piloti Yamaha, Valentino Rossi e Maverick Vinales, insieme sul podio ( Michelin )

MISANO ADRIATICO«L'incidente di Vale ha gettato una nuvola nera sulla gara: alla nostra squadra mancherà. Gli auguriamo tutto il meglio e non vediamo l'ora di riabbracciarlo il prima possibile». Non solo il pubblico della riviera romagnola, ma anche tutta la Yamaha sentirà la mancanza di Valentino Rossi in occasione del suo Gran Premio di casa a Misano, come testimoniano le parole del team manager Maio Meregalli. La buona notizia, che lo stesso Dottore ha voluto comunicare alla vigilia del weekend di gara, è che la sua guarigione dalla frattura alla tibia e al perone riportati durante l'allenamento con la moto da enduro giovedì scorso, procedono per il verso giusto: «È un vero peccato non poter correre il mio Gran Premio di casa – sono le parole del fenomeno di Tavullia – Di sicuro attendevo con impazienza la gara di Misano, perché correre davanti al pubblico locale è sempre molto speciale, ma devo curare con attenzione il mio infortunio. So che il team mi sta sostenendo nel mio processo di riabilitazione. Per fortuna non sto troppo male e sono già riuscito a cominciare una leggera fisioterapia. Il tempo di recupero non sarà breve, ma farò di tutto per tornare in pista il prima possibile. Devo ringraziare tutti per l'affetto dimostratomi in questi giorni e ci rivediamo presto».

Vinales resta solo
Spazio dunque a Maverick Vinales, anch'egli orfano del suo compagno di squadra, ma che rivestirà il ruolo di unico portacolori della casa dei Diapason in questo fine settimana. E, cosa più importante, a questo punto diventa il cavallo su cui il marchio di Iwata dovrà necessariamente puntare per il titolo mondiale: «Purtroppo arriviamo al Gran Premio di Misano senza il mio compagno di squadra Valentino ed è un vero peccato – ammette Top Gun – So che è un GP molto speciale per lui, quello di cara, e non sarà la stessa cosa senza di lui. Gli auguro una pronta guarigione e spero di riaverlo nel garage il prima possibile. Per quanto mi riguarda sono molto motivato dopo il podio di Silverstone, sto lavorando nella direzione giusta. Inizio a riavere lo stesso feeling con la mia M1 che avevo a inizio stagione e questo mi dà molta calma e mi permette di concentrarmi sull'obiettivo di raccogliere punti in ogni gara. È molto positivo aver ottenuto una bella prestazione nei test qui a Misano qualche settimana fa e abbiamo migliorato molto l'assetto, perciò cercherò come sempre di dare il 100% per regalare un'altra vittoria alla Yamaha».