18 ottobre 2019
Aggiornato 16:00

Marchionne: «Abbiamo raggiunto la Mercedes, ma a Monza sarà dura»

Il presidente della Ferrari parla nei box prima delle qualifiche: «La nostra vettura è ormai totalmente alla pari con la rivale, e abbiamo un piano di sviluppo di motore e aerodinamico che la migliorerà ancora. Quella di casa, tuttavia, è la gara più complicata tra quelle rimaste»

Il box della Ferrari a Monza
Il box della Ferrari a Monza Ferrari

MONZA – Dal box della Ferrari in vista delle qualifiche del Gran Premio d'Italia, il presidente del Cavallino rampante, Sergio Marchionne, si dice ottimista in vista del finale di campionato: «La nostra vettura è ormai totalmente alla pari della Mercedes, e abbiamo un piano di sviluppo che la migliorerà ancora».

Novità per le ultime gare
Per il numero uno della Rossa di Maranello, rispetto alla scorsa stagione è nettamente aumentata la fiducia: «C'è un orgoglio che non si può neanche misurare. L'atmosfera, rispetto all'anno scorso, è cambiata dalla notte al giorno. Abbiamo fatto un lavoro eccezionale. Non voglio fare previsioni sul duello con Mercedes, ma la macchina tecnicamente c'è, non ci sono dubbi. Monza? È la gara più complicata per noi tra quelle rimaste. Per i Gran Premi restanti, invece, abbiamo una serie di interventi sul motore e sull'aerodinamica già previsti che ci consentiranno di migliorare ancora». Infine il presidente si esprime sul recente rinnovo dei due piloti Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen: «Abbiamo una base stabile per il 2018, più contento di così non potrei essere. Poi ci sono Antonio Giovinazzi e Charles Leclerc, dovremo trovare il posto giusto per farli crescere ancora prima di portarli in casa».

(Fonte: Askanews)