31 luglio 2021
Aggiornato 04:00
Formula 1 | Gran Premio di Gran Bretagna

Mercedes più veloce della Ferrari con lo scudo

Valtteri Bottas e Lewis Hamilton, staccati di appena 78 millesimi, dominano la prima sessione di prove libere a Silverstone, davanti alle due Red Bull di Max Verstappen e Daniel Ricciardo, a oltre mezzo secondo. Indietro le due Rosse, con Sebastian Vettel che porta al debutto il cupolino protettivo

Sebastian Vettel in pista a Silverstone sulla Ferrari con lo Shield
Sebastian Vettel in pista a Silverstone sulla Ferrari con lo Shield Ferrari

SILVERSTONE – Inizia con il piede giusto il Gran Premio di Gran Bretagna per le Mercedes: nella prima sessione di prove libere a Silverstone il più veloce di tutti è stato Valtteri Bottas, fresco vincitore in Austria, che ha confermato il suo buon momento di forma chiudendo con appena 78 millesimi di vantaggio sull'idolo di casa Lewis Hamilton. Entrambi sono riusciti a scendere sotto il tempo della pole position dell'anno scorso. La seconda forza in questo venerdì mattina è stata la Red Bull, con Max Verstappen terzo a mezzo secondo e Daniel Ricciardo staccato di altri tre decimi alle sue spalle.

Rosso sbiadito
La Ferrari si deve accontentare della quinta e della sesta posizione rispettivamente con Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel. Il campione tedesco non è riuscito a completare un giro realmente veloce, fermandosi a 1.4 secondi dalla vetta, dopo aver trascorso i minuti iniziali del turno a provare il nuovo Shield, il cupolino protettivo che potrebbe essere introdotto su tutte le macchine già a partire dalla prossima stagione. I primi commenti del quattro volte iridato al debutto di questa soluzione hanno parlato di una visione un po' «sfuocata»: un problema che potrebbe dipendere anche dal fatto che il parabrezza non faceva parte dell'assemblaggio della macchina ma era solo montato in via temporanea. In pista in questa sessione è sceso anche un altro ferrarista: il terzo pilota Antonio Giovinazzi, che ha avuto l'occasione di provare l'americana Haas. Il suo tempo gli ha permesso di piazzarsi in sedicesima posizione ad appena quattro decimi dal titolare Romain Grosjean. La Formula 1 torna in pista oggi pomeriggio a partire dalle 14, ora italiana, per la seconda sessione di libere.