7 dicembre 2019
Aggiornato 22:00

Sky: «Ecco cosa accadrebbe se Berlusconi rimanesse al Milan»

I possibili scenari in caso mancata cessione e di permanenza dell’attuale dirigenza.

Silvio Berlusconi, presidente del Milan dal 1986
Silvio Berlusconi, presidente del Milan dal 1986 ANSA

MILANO - La vendita del Milan ed il passaggio di proprietà alla cordata cinese di Yonghong Li è sempre più vicina, ma i dubbi, visti i precedenti, sono leciti nell’ambiente milanista, tanto che in molti si interrogano su cosa accadrebbe se alla fine Silvio Berlusconi dovesse rimanere proprietario del Milan.

A dare una risposta ci ha pensato la redazione sportiva di Sky che nel corso di un intervento giornaliero ha delineato i possibili scenari del Milan del futuro: «Il Milan sarà quasi certamente venduto - afferma il giornalista Luca Marchetti - ma se invece dovesse saltare tutto, i rossoneri andranno incontro ad un’estate di parziale rafforzamento con pochi soldi da spendere a meno di cessioni eccellenti. Per quanto riguarda l’allenatore, poi, è paradossale che Vincenzo Montella sia sicuro al 100% di rimanere al Milan in caso di nuova proprietà ed altrettanto certo di andar via se la società resterà a Berlusconi. I rapporti fra i due, infatti, sono pressoché inesistenti e qualora Berlusconi rimanesse presidente farebbe altre scelte per la panchina non confermando Montella. Se il club rossonero passerà ai cinesi, è previsto un immediato summit fra il tecnico campano, Fassone e Mirabelli per programmare le strategie in vista della prossima stagione».

La cessione societaria, insomma, sembra necessaria anche per confermare quello che, risultati alla mano, è il miglior allenatore del Milan delle ultime cinque stagioni; per buona pace di Berlusconi e delle sue ultime lune alla Zamparini.