26 giugno 2022
Aggiornato 04:00
Volano i talentini della Vr46 Academy

Baldassarri e Marini, due italiani inseguono il leader Nakagami in Moto2

I nostri giovani piloti in grande spolvero anche nei secondi test pre-campionato della classe intermedia. Subito dietro al giapponese, che rimane in testa, si piazza il duo del team Forward: Lorenzo è secondo, Luca terzo

JEREZ DE LA FRONTERA – È terminata oggi sul circuito di Jerez de la Frontera la seconda sessione di test della Moto2 nel 2017. E, sulla scia dei promettenti risultati ottenuti a Valencia la scorsa settimana, il Forward Racing Team ha proseguito il suo programma di preparazione per la stagione 2017 del Mondiale con altre due giornate di prove. Il primo giorno i due portacolori italiani della squadra, grazie a un sole primaverile, hanno potuto girare in condizioni ottimali. Oggi, invece, il tempo non è stato altrettanto clemente e piogge irregolari hanno costretto entrambi i piloti a non azzardare alcuna uscita. Nella prima giornata di test Baldassarri aveva provato diversi assetti al fine di migliorare costantemente il rapporto con la nuova Kalex 2017, con cui ha registrato il suo tempo più veloce di 1:42.292. Nella mattina, il ventenne marchigiano ha compiuto alcuni giri in sella alla moto della scorsa stagione, per effettuare una comparazione con il nuovo modello 2017. Al termine del primo giorno, Lorenzo ha completato un totale di 75 giri e dopo aver segnato il secondo tempo del test, subito alle spalle del leader Takaaki Nakagami, si è dimostrato soddisfatto dei progressi raggiunti. «Sono veramente felice di come è andata la prima giornata di test qui a Jerez – spiega Balda – Rispetto a due giorni fa a Valencia, il feeling con la moto è già migliorato e mi sto abituando sempre più alla mia nuova Kalex. Mercoledì ho provato ancora la versione 2016 per fare una comparazione tra le due moto e questo ha reso chiaro il fatto che stiamo procedendo nella giusta direzione. Il secondo giorno è stato davvero un peccato non poter girare, dato che in programma c’erano moltissime cose da provare, ma le difficili condizioni climatiche non ci hanno permesso di lavorare come avremmo desiderato. Per fortuna saremo di nuovo qui molto presto e non vediamo l’ora di continuare a lavorare sulle nostre moto».

Marini subito alle sue spalle
Contemporaneamente Luca Marini, nell’altro lato del box, ha terminato la giornata con 66 giri lungo i 4.428 metri del tracciato, abbassando il suo riferimento nel circuito spagnolo fino ad arrivare a 1:42.491. Il diciannovenne pesarese si è principalmente concentrato ad effettuare innumerevoli prove di assetto per migliorare la sua confidenza con la nuova Kalex, conquistando il terzo tempo nella classifica generale. «Nel complesso la prima giornata è stata molto positiva, anche se abbiamo perso un po’ di tempo durante la mattinata a causa di alcuni piccoli disguidi – racconta il fratello minore di Valentino Rossi – Nel pomeriggio sono riuscito a migliorare il mio record personale qui a Jerez, e di questo sono contento. Stiamo provando varie modifiche riguardo la messa a punto della moto, per raggiungere il nostro obiettivo che è quello di riuscire a capire al meglio il nostro materiale di questa stagione. Purtroppo nella giornata di giovedì non abbiamo avuto la possibilità di girare, ma con queste condizioni instabili è sempre un grande rischio ed è molto facile cadere. In ogni caso sono davvero contento di questo test. Ora sto già pensando a quando torneremo di nuovo qui a Jerez, con la speranza di migliorare ulteriormente». Al fine di proseguire al meglio con la preparazione per la nuova stagione, Baldassarri e Marini saranno nuovamente a Jerez tra qualche giorno, prima di partecipare ai test ufficiali organizzati da Irta dall'8 al 10 marzo.