19 agosto 2019
Aggiornato 01:30

Milan stregato da Ciciretti

Il fantasista del Benevento, talento cristallino della serie B, è entrato nel mirino dei rossoneri, pronti a ripetere il colpo piazzato con Lapadula la scorsa estate

MILANO - Il nuovo Milan è ripartito dai giovani ed anche la futura dirigenza rossonera, nonostante i capitali a disposizione e la voglia di tornare a competere acquistando calciatori di primo livello, vuole tenere sotto controllo i talenti che il calcio italiano sforna tanto in serie A quanto in B. Proprio dal torneo cadetto i rossoneri hanno piazzato il colpo Lapadula lo scorso giugno, assicurandosi le prestazioni dell’ex centravanti del Pescara, capocannoniere dell’ultima edizione del campionato di serie B con 30 reti, e proprio dal torneo cadetto potrebbe arrivare al Milan Amato Ciciretti, ventitreenne fantasista del Benevento, una delle gemme più preziose della B, uomo simbolo della squadra campana che tanto bene sta facendo al suo debutto assoluto nella seconda serie. Prodotto del vivaio romanista, mancino naturale dotato di pregevolissime qualità tecniche, Ciciretti è stato recentemente convocato anche da Giampiero Ventura in uno degli stage della nazionale italiana ed è costantemente monitorato da Inter, Genoa, Napoli ed ora pesantemente anche dal Milan, innamoratosi del sinistro vellutato di questo biondino che nell’ultima sfida di campionato fra il Benevento ed il Latina ha realizzato uno dei gol più belli della stagione, infilando la palla in rete da posizione più che defilata e facendo leva sulla sensibilità del suo piede mancino; una rete che in pochi avrebbero saputo fare e che, seppur non esattamente analoga, ricorda quella realizzata da Christian Vieri nel 1997 contro il Paok Salonicco quando militava nell’Atletico Madrid. Per ora il Milan lo tiene d’occhio, a giugno, forse, i rossoneri potrebbero sferrare l’attacco decisivo per uno dei talenti italiani più gettonati e col futuro più roseo davanti a sé.