16 maggio 2021
Aggiornato 10:00
Calciomercato Milan

Milan, a volte ritornano: suggestione Aubameyang

L’attaccande franco-gabonese del Borussia Dortmund potrebbe essere il primo colpo del nuovo Milan cinese. Ceduto forse con troppa leggerezza da Galliani 5 anni fa per la modica cifra di 1 milione al Saint-Etienne, oggi Aubameyang ne vale almeno 50.

MILANO - Fino al dicembre 2011, il cartellino di Pierre-Emerick Aubameyang, uno degli attaccanti più «cool» del calcio continentale, era ancora di proprietà del Milan. Sballottato per tre anni di qua e di là nel campionato francese (Digione, Lilla, Monaco) dalla poco lungimirante dirigenza rossonera, alla fine ci ha pensato il Saint-Etienne a riscattarlo per la sconcertante cifra di 1 milione di euro. 

Oggi il bomber franco-gabonese in forza al Borussia Dortmund ne vale almeno 50 e già solo questo rappresenterebbe un importante elemento di riflessione sull’operato di Galliani nell’ultimo quinquennio.

Voglia di Milan

A fare scalpore oggi però è quello che sembra un ritorno di fiamma del club di via Aldo Rossi per Aubameyang. Prima le parole di Oscar Damiani jr. ai microfoni di TMW Radio: «Ultimamente ho sentito meno il ragazzo, ma nei cinque anni in cui l'ho seguito s'è parlato del Real Madrid come squadra dei suoi sogni. La verità è che a lui è sempre piaciuto il Milan, magari gradirebbe tornare. Adesso Zidane ha chiuso le porte del Bernabeu a Pierre Aubameyang in quanto non lo ritiene un vero numero nove, ma il calcio è imprevedibile». 

Certi amori…

E a conferma dell’imprevedibilità del mercato calcistico, ecco l’indiscrezione rilanciata da Sportitalia, secondo cui uno dei nomi caldi della campagna acquisti estiva del Milan, la prima della nuova proprietà cinese targata Sino-Europe Sports, potrebbe essere proprio quello di Pierre-Emerick Aubameyang. Ormai ai titoli di coda al Borussia Dortmund, è facile prevedere per lui un trasferimento importante in estate. Il calcio inglese è vigile, soprattutto il Liverpool dell’ex tecnico giallonero Jurgen Klopp, ma - come dice sempre Galliani - certi amori non finiscono, fanno giri immensi e poi ritornano.