15 luglio 2019
Aggiornato 19:30

Cassano: «Io vecchio? Vedremo a gennaio»

Il fantasista barese messo fuori rosa dalla società: «Mi hanno fatto fare il ritiro e alla fine mi hanno detto che sono vecchio. Gallina vecchia fa buon brodo ma io sono un fantasista, occhio a gennaio che qualcosa».

GENOVA - Dopo essere stato messo fuori squadra dalla Sampdoria, Antonio Cassano è tornato a parlare. Il talento barese si è sfogato al microfoni di Valerio Staffelli di Striscia la Notizia che gli ha consegnato ben tre Tapiri d'oro per essere finito fuori rosa: «E' un tasto particolare visto che mi hanno obbligato a non parlare. Tanti giornalisti chiedono alla Sampdoria di intervistarmi, ma loro dicono di no. C'è stato un mezzo litigio col braccio destro di Ferrero dopo il derby ma hanno detto che la discussione era finita là. Poi mi hanno fatto fare il ritiro e alla fine mi hanno detto che sono vecchio. Gallina vecchia fa buon brodo ma io sono un fantasista, occhio a gennaio che qualcosa».

Un film con Rocco Siffredi
Staffelli, infine, ha dato a Cassano un secondo Tapiro d'oro con la maglia numero dieci, classica del trequartista, e un terzo di colore azzurro per le parole di Rocco Siffredi rivolte al barese su una possibile collaborazione in un film a luci rosse. «Il problema è che ogni volta che Rocco dice qualcosa del genere mi fa litigare con mia moglie, è supergelosa, mi manda via di casa!», sorride Cassano.