19 ottobre 2019
Aggiornato 16:00

Dulcis in fundo: la Ferrari balza in testa alle libere dell'ultimo GP

Sebastian Vettel sfrutta meglio di tutti le gomme ultrasoft nel finale dell'ultima sessione di prove libere dell'anno e stacca il miglior tempo. Max Verstappen è secondo, l'altra Rossa di Kimi Raikkonen terza, davanti alle due Mercedes

Sebastian Vettel in azione ad Abu Dhabi
Sebastian Vettel in azione ad Abu Dhabi Ferrari

ABU DHABI – La Ferrari risorge in extremis. Quando nessuno lo sperava più, ma anche quando è ormai troppo tardi. Sebastian Vettel stacca il miglior tempo nella terza e ultima sessione di prove libere del Gran Premio conclusivo della stagione, ad Abu Dhabi, riuscendo a sfruttare meglio di tutti le più performanti gomme ultrasoft e a fermare i cronometri in 1:40.775. Alle sue spalle, staccato di un decimo e mezzo, si piazza Max Verstappen con la Red Bull, poi l'altra SF16-H di Kimi Raikkonen. Entrambe le Rosse, insomma, riescono a mettersi dietro i due contendenti per il Mondiale della Mercedes, che non hanno migliorato i loro tempi nel rush finale: Lewis Hamilton è quarto, ancora una volta davanti al suo diretto rivale Nico Rosberg, più lento di lui di un decimo. Da segnalare però, nel corso del turno, anche un rientro forzato ai box per il campione in carica a causa di un preoccupante calo di potenza del suo motore. Il plotone dei big è quindi chiuso da Daniel Ricciardo, sesto ma staccatissimo, a oltre sette decimi dal tedesco. Cresce dunque l'attesa per le ultime qualifiche dell'anno, che scatteranno quando in Italia saranno le ore 14.