22 luglio 2019
Aggiornato 11:30

Per Luca Marini inizia in salita la corsa al titolo di debuttante dell'anno

Il fratellino di Valentino Rossi si gioca nell'ultimo Gran Premio della stagione a Valencia la possibilità di laurearsi rookie of the year in Moto2. Ma la prima giornata di prove libere è complicata per lui, e si chiude al 26° posto

VALENCIA – Le prime due sessioni di prove libere si sono appena concluse per il team Forward sul circuito Ricardo Tormo di Valencia che domenica ospiterà l’ultima prova del campionato del mondo di Moto2. Luca Marini ha dedicato l’intera giornata a trovare un buon assetto su un circuito molto impegnativo provando molte soluzioni in vista delle qualifiche di domani. Maro, che domenica punta a vincere il titolo di debuttante dell'anno, ha trovato un buon passo per la gara senza concentrarsi sul tempo sul giro. Alla fine della giornata il pesarese si trova in ventiseiesima posizione con un tempo di 1:36.801: «Non abbiamo espresso il nostro vero potenziale oggi, stamattina non ero in perfette condizioni fisiche – spiega il fratello minore di Valentino Rossi – Nel pomeriggio abbiamo lavorato con le gomme usate per cercare di ottimizzare le traiettorie. Il passo gara per essere venerdì non è male. Dobbiamo lavorare ancora molto sul posteriore per partire davanti e cercare di portare a casa il rookie of the year. I miei avversari sono molto competitivi ma lo siamo anche noi». Lo sprona il proprietario del team Giovanni Cuzari: «Giornata impegnativa oggi per i nostri ragazzi. Questo circuito è molto impegnativo, ci sono venti piloti racchiusi in un secondo. La battaglia sarà dura, soprattutto per Luca che è in lotta per il titolo di debuttante dell'anno ma siamo fiduciosi per domani, ce la possiamo giocare in qualifica».