21 settembre 2019
Aggiornato 17:30

Marc Marquez vuole divertirsi. E Jorge Lorenzo lo applaude

Il neo campione del mondo pensa solo a godersi l'ultima parte di campionato: «Sono pronto a dare spettacolo», promette. Il suo connazionale della Yamaha gli fa i complimenti per il titolo: «È stato il più veloce e continuo»

Jorge Lorenzo e Marc Marquez nella conferenza stampa di Phillip Island
Jorge Lorenzo e Marc Marquez nella conferenza stampa di Phillip Island Michelin

PHILLIP ISLAND«È stato tutto bellissimo: ora sono molto più rilassato e posso godermi l'ultima parte di campionato». Parola di Marc Marquez, che si presenta a Phillip Island con i galloni di campione del mondo, il quinto titolo iridato conquistato in carriera: «È stato difficile conquistarlo – ammette – ma adesso sono pronto per fare un'altra bella prova. Questo è uno dei miei circuiti preferiti, l'anno scorso disputai una grande gara e tenterò di ripetere lo stesso spettacolo». Poi Magic Marc riprende: «Sono pronto a ripetere la corsa di Motegi, e magari anche il risultato, ma con molta meno pressione addosso. Non mi aspettavo di vincere il titolo così presto, devo ringraziare la squadra che se lo è meritato: è stato quello che ho inseguito di più, dopo tutti gli errori dell'anno scorso. Dopo il successo ho festeggiato, poi dormito, giocato a cricket e sono stato al casinò. E poi sono arrivato qui: nulla di speciale...».

I complimenti di Lorenzo
Il suo connazionale Jorge Lorenzo, invece, riparte dallo zero di Motegi e alla vigilia del Gran Premio d'Australia torna su quanto accaduto in Giappone: «Sentivo la pressione di Dovizioso e sono caduto». E, parlando di Phillip Island, «con le condizioni perfette è una pista bellissima e divertente, ma con il freddo e il vento è molto difficile e insidiosa, con tanti punti pericolosi». Poi aggiunge: «All'inizio della stagione le Honda non erano così forti ma poi sono cresciute, il box e la casa hanno fatto un grande lavoro. Ora sarà difficile recuperare, vedremo come andremo qui. Marc è stato il più veloce e continuo della stagione, ha meritato il titolo e a lui vanno i nostri applausi».

(Fonte: Askanews)