16 dicembre 2019
Aggiornato 14:00
Così il Gran Premio di Malesia

Ricciardo porta la Red Bull al trionfo, Vettel e Hamilton ko

Doppietta per le Lattine, con il primo successo stagionale per l'australiano che precede Max Verstappen. Nico Rosberg approfitta del ritiro del suo compagno-rivale nella lotta al titolo e si prende il terzo posto. Kimi Raikkonen quarto

Daniel Ricciardo e Max Verstappen
Daniel Ricciardo e Max Verstappen Red Bull

SEPANG – Doppietta Red Bull nel Gran Premio della Malesia, sedicesima prova (su ventuno) del Mondiale 2016 di Formula 1. Ha vinto l'australiano Daniel Ricciardo, al primo successo stagionale, il quarto in carriera, davanti al compagno di squadra Max Verstappen. Terzo posto per la Mercedes di Nico Rosberg che, complice il ritiro di Lewis Hamilton, ha portato a ventitré i punti di vantaggio sull'inglese campione del mondo in carica. Quarto Kimi Raikkonen. Alle sue spalle la Williams di Valtteri Bottas, la Force India di Sergio Perez, mentre a completare le prime dieci posizioni sono Fernando Alonso, Nico Hulkenberg, Jenson Button e Jolyon Palmer.

Gran Premio dalle mille sorprese
La gara finisce già alla prima curva per Sebastian Vettel. Seb tenta un passaggio difficilissimo all'interno, Verstappen non cede e il tedesco della Ferrari rompe la sospensione per un contatto con la Mercedes di Nico Rosberg che va in testa coda (ma poi riparte in diciassettesima posizione) «Ero partito bene, ho cercato di superare Verstappen in frenata e non sono riuscito ad evitare l'impatto con Rosberg. È stata una stupida reazione a catena – ha spiegato Vettel a Sky – Ho fatto del mio meglio in frenata. sono scivolato e non ho potuto far altro che prendere Rosberg. Verstappen ha detto al team radio che sono pazzo? Non credo ci sia bisogno del mio commento». Vettel è costretto al ritiro, Rosberg approfitta invece della safety car per effettuare un pit stop, insieme a molti altri piloti tra cui Verstappen. Hamilton viaggia con oltre diciotto secondi di vantaggio su Ricciardo, mentre il duello tra Raikkonen e Rosberg è davvero entusiasmante, quando al 41° giro arriva il colpo di scena: il motore Mercedes che va a fuoco e costringe il leader della gara al ritiro. Rosberg passa Raikkonen e si definisce così l'ordine d'arrivo, con Ricciardo davanti a Verstappen e Rosberg che fa il ragioniere approfittando del ritiro di Hamilton.

(Fonte: Askanews)