16 ottobre 2019
Aggiornato 22:00

Valentino Rossi perde la pazienza: «Lorenzo, ora basta darmi dello scorretto»

Il Dottore non ne può più delle proteste del suo compagno-rivale per la sua manovra di sorpasso che sarebbe stata troppo aggressiva. Ma Por Fuera non la smette di lamentarsi: «Mi ha interrotto e si è messo a ridere»

Valentino Rossi davanti a Jorge Lorenzo durante il GP di Misano
Valentino Rossi davanti a Jorge Lorenzo durante il GP di Misano Yamaha

ROMA – Si sono spenti i microfoni e le telecamere della conferenza stampa, ma non le polemiche tra Jorge Lorenzo e Valentino Rossi. L'ennesimo scontro tra i due compagni di squadra e rivali della Yamaha è scoppiato in mondovisione dopo il Gran Premio di Misano, quando Por Fuera ha accusato il Dottore di averlo sorpassato con uno stile troppo aggressivo quando i due si sono contesi il comando della corsa nei primi giri. È bastato che l'idolo di casa rispondesse all'affondo a suo modo, con un sorriso ironico, perché il maiorchino prendesse definitivamente fuoco. Tanto che, anche a margine della conferenza, parlando con i giornalisti spagnoli, Lorenzo non ha smesso di lamentarsi: «Se hai 37 anni, devi imparare a lasciar parlare gli altri – ha dichiarato il campione del mondo in carica – È un fatto di educazione. Lui fa sempre così, ogni giovedì, a ogni conferenza stampa. Mentre parlano gli altri piloti, lui interviene a voce molto alta. E anche stavolta non ha risposto, mi ha interrotto quando era il mio turno di parlare. Volevo dare la mia opinione in risposta alla domanda che mi era stata posta. Invece, lui ha iniziato improvvisamente a ridere, come fa sempre quando parla con gli altri piloti in conferenza stampa».

Valentino non accetta le accuse
Insomma, la risata di Rossi non è proprio andata giù a Lorenzo. Come al nove volte iridato, d'altra parte, non sono andate giù le critiche per la sua presunta manovra scorretta. Che non intende lasciar passare sotto silenzio al suo vicino di box: «Penso che il mio sorpasso sia stato come tutti gli altri, come quello che ha fatto Pedrosa su di me o tutti quelli che Marquez mi ha fatto a Silverstone – ha aggiunto Valentino a conferenza stampa conclusa – Non permetto a Lorenzo di dirmi che faccio sorpassi sporchi, perché non è vero. Anche lui è aggressivo quando mi sorpassa. Chiunque può trarre le proprie conclusioni». Un punto di vista così condivisibile che perfino Marc Marquez, non certo il miglior amico del numero 46, stavolta si è schierato in sua difesa: «Ero già un po' distante da loro, e quando ho visto che Valentino si buttava in curva partendo così indietro, ho pensato che fosse un po' strano, ma poi ho visto che stava sorpassando Jorge – ha raccontato il leader del Mondiale – Per me ok, è stato un sorpasso normale. Aggressivo, ovviamente, ma quando sei sulla pista di casa, dai sempre qualcosa in più. Valentino è davvero intelligente, sa che anche Jorge ha un buon passo e supera in modo aggressivo, al limite ma corretto». E se lo dice perfino Marc...