31 maggio 2020
Aggiornato 20:00
Ciclismo | Tour de France 2016

Tappa a Izagirre, Nibali arriva terzo. Crolla Aru

Chris Froome vince virtualmente il Tour 2016. Penultima tappa a Izagirre, bella prova di Vincenzo Nibali (terzo dietro a Pantano) sempre all'attacco. Crisi per Aru: prende oltre 17 minuti ed esce dalla top 10. Domani passerella finale.

MORZINE - Lo spagnolo Ion Izagirre ha vinto la 20ª tappa del Tour de France, Megeve-Morzine, 146,5 km, l'ultima frazione sulle Alpi, penultima tappa del Tour de France che ha consacrato il successo finale di Chris Froome. Il portacolori della Movistar Team ha preceduto al traguardo il colombiano Jarlinson Pantano a 19 secondi e Vincenzo Nibali a 42. Poi alla spicciolata Alaphilippe, Rui Costa e Kreuziger. Froome a 4:18, Crolla Fabio Aru.

Nibali preso in contropiede
Il colpo di Izagirre dopo lo scollinamento dello Joux Plane, ultima asperità del giro, passato assieme a Nibali e Pantano. Lo spagnolo ha attaccato prendendo in contropiede l'italiano proprio sulla discesa, il suo territorio, ed andando a vincere a braccia alzate. Ottimo il terzo posto di Nibali in crescendo di formazione in vista di Rio. In classifica generale nulla cambia. «Sono contentissimo - ha detto Izaguirre all'arrivo - mi sentivo molto bene ed ho attaccato in discesa battendo anche specialisti come Nibali».
Terzo Tour de France per Chris Froome che dopo il 2013 ed il 2015 vince anche la Grand Boucle del 2016 alla quale manca la passerella di domani: Chantilly / Paris Champs-Élysées di 146,5 km. Sul podio anche il francese Romain Bardet ed il colombiano Nairo Quintana.

Froome: Contentissimo, ma non è finita
«Il Tour finisce domani» ma il sorriso di Chris Froome è enorme dopo la terza vittoria alla Grand Boucle che si aggiunge a quelle del 2013 e del 2015. «Ho un feeling fantastico con questa corsa - continua il britannico - Un sentimento che voglio condividere con i miei compagni». Questa tappa ha quasi il senso della liberazione dopo la caduta di ieri. «E' stata terribile. La gamba non andava nel modo normale. La pioggia, il vento. E' un sollievo che questa tappa sia finita. Ora ci aspetta domani. Questa è una corsa dura ma sono contento».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal