16 ottobre 2019
Aggiornato 00:00

Pantano trionfa nel tappone, big tutti insieme

Il colombiano trionfa nella quindicesima tappa del Tour de France, bruciando allo sprint Rafal Majka e staccando di una manciata di secondi la coppia Vuillermoz-Reichenbach. Aru ci prova, ma la frazione alpina non cambia la classifica: Froome conserva la maglia gialla senza problemi.

CULOZ - E' Jarlinson Pantano della IAM Cycling il vincitore della 15esima tappa del Tour de France che da Bourg en Bresse a Culoz per un totale di 160km. Il colombiano, che coglie il successo più grande della sua carriera, ha vinto in volata sul polacco Rafal Majka della Tinkoff e dietro, più staccati di 6" Alexis Vuillermoz del team AG2R e Sébastien Reichenbach della FDJ. Il gruppo maglia gialla composto da Chris Froome, Fabio Aru, Nairo Quintana e Bauke Mollema è arrivato insieme con un ritardo di circa tre minuti. Christopher Froome del team Sky è sempre saldamente in maglia gialla, con 1'47" di vantaggio su Bauke Mollema Trek Factory Racing e 2'45" sul britannico della Orica-BikeExchange Adam Yates, mentre invariato il distacco anche da Nairo Quintana (2'59" il suo ritardo) e Alejandro Valverde (2'59"), entrambi della Movistar.

Pantano: Sognavo di vincere
Il colombiano Pantano è stato sin dalle prime battute in testa insieme a Majka che poi ha beffato nella volata, Fabio Aru ha provato a staccare il gruppo maglia gialla sulla seconda salita alla Grand Colombier, quando mancavano 18 km, ma subito è stato ripreso da Valverde e poi dal team Sky. Non riesce a nascondere la sua commozione il vincitore di tappa Jarlinson Pantano, intervistato da RaiSport: «E' un giorno incredibile per me, un sogno che si realizza. Sono arrivato qui al Tour sognando di vincere ma non credevo di riuscirci davvero, soltanto che mi sarebbe piaciuto. Voglio ringraziare la mia squadra e la mia famiglia che mi ha permesso di poter vincere».

Domani arrivo a Berna
Domani la 16esima tappa da Moirans en Montagne per poi sconfinare in Svizzera ed arrivare dopo 209km a Berna. Prima del gran finale della Grand Boucle in questa frazione i corridori affronteranno le lunghe vallate al confine saranno chiamati a superare il GPM di 4° categoria di Côte de Mühleberg per poi affrontare l'ultimo chilometro il leggera salita di Berna.