5 dicembre 2019
Aggiornato 22:30

Vettel pasticcia e la Ferrari insegue ancora

Anche nel giovedì di prove libere del Gran Premio di Montecarlo si susseguono i problemi per la Rossa: la macchina non va e il pilota tedesco sbaglia troppo. Così il Cavallino rampante si trova di nuovo dietro alla Red Bull

Sebastian Vettel in azione nelle prove libere
Sebastian Vettel in azione nelle prove libere Ferrari

MONTECARLO – Super Daniel Ricciardo sul circuito di Monaco. «È tutto merito mio e in qualifica voglio essere primo». Scherza ma non troppo ai microfoni di Sky Sport il pilota australiano, con una Red Bull che ha cambiato motore e modificato il telaio. «Il merito di questo tempo è tutto mio – afferma – Questa pista mi piace molto, è la mia preferita del Mondiale. Il nuovo motore e il nuovo telaio mi piacciono. Ho trovato un buon feeling e sono soddisfatto anche del passo gara. Oggi sono contento e spero anche in qualifica di poter essere primo». Positivo anche il verdetto di Max Verstappen: «La cosa importante oggi era fare il più chilometri possibile per prendere confidenza con la macchina».

Vettel in crisi
Sebastian Vettel, al contrario, è deluso per il suo tempo nella seconda sessione di prove del Gran Premio di Monaco, frutto anche di due toccate con le barriere alla Massenet e alla Sainte Devote. «Rispetto a Barcellona è molto diverso: pista, condizioni atmosferiche – spiega ai microfoni di Sky Sport – Abbiamo provato qualcosa oggi pomeriggio ma non è andata come ci aspettavamo. Non ho trovato il ritmo, non ho fatto buoni giri. Non è stata una buona giornata, un po' pasticciata, ho toccato anche il muro». Oltre la Mercedes, davanti alla Ferrari ora c'è anche la Red Bull: «Alla fine non mi interessa il colore di chi è davanti. Se saranno loro, cercheremo di stare noi davanti a loro. Non so cosa sia successo a Kimi ma se sei appena dentro la top ten non va bene. Comunque non sono preoccupato».

Kimi Raikkonen in pista a Montecarlo
Kimi Raikkonen in pista a Montecarlo (Ferrari)

Raikkonen cauto
Kimi Raikkonen, dal canto suo, non fa drammi per una giornata di prove libere tutt'altro che esaltante in casa Ferrari. «In questo momento le cose stanno così – dice ai microfoni di Sky sport – Meglio oggi pomeriggio di stamattina, ma c'è molto da migliorare. Gli errori in pista? Sono errori che si commettono. soprattutto in prova ma non c'è nulla di male. Non è una cosa esagerata». Iceman chiede però qualcosa di più alle gomme ultrasoft, ma tutto sommato è soddisfatto dell'evoluzione della macchina rispetto alle libere del mattino: «Abbiamo provato la gomma ultrasoft solo nei test – dice il finlandese – ed è sicuramente la più adatta tra le mescole che abbiamo portato qui. Però dobbiamo ancora trovare il modo per tirarne fuori un po' di prestazioni in più. Rispetto alla mattina però il comportamento della macchina è migliorato».

(Fonte: Askanews)