31 ottobre 2020
Aggiornato 11:30
Al via il giorno della gara al Mugello

La domenica di Lorenzo comincia malissimo

Por Fuera rompe il motore sul finale del warm up e si deve accontentare del quarto posto, con appena 56 millesimi di vantaggio sul compagno di squadra e poleman Valentino Rossi. Il più veloce è Maverick Vinales

Jorge Lorenzo in azione al Mugello
Jorge Lorenzo in azione al Mugello Michelin

SCARPERIA – Nelle sue intenzioni dovrebbe essere la giornata della rivincita. Quella in cui punta alla rimonta in gara, al trionfo nella tana del lupo, a fargliela pagare a Valentino Rossi che un mese fa vinse in casa sua a Jerez e ieri lo ha beffato di nuovo con l'aiutino della scia del connazionale e suo futuro sostituto Maverick Vinales. Invece, la domenica di Valentino Rossi al Mugello è iniziata nel peggiore dei modi: con un'esplosione di fumo bianco dal motore della sua Yamaha in pieno rettilineo, a pochi minuti dalla conclusione del warm up. Il più veloce di tutti, così, è stato proprio l'odiato Vinales, con un crono di 1:47.295. E un vantaggio di poco più di un decimo su un Andrea Dovizioso che conferma quanto affermato ieri pomeriggio: che il suo passo gara è tale da farlo credere nelle sue chance di risalire il gruppo dall'undicesima piazzola di partenza. I due spagnoli, Marc Marquez e appunto Lorenzo, si devono invece accontentare della terza e della quarta piazza, a quattro decimi dalla vetta. Davanti a un Valentino Rossi che si nasconde comodamente in quinta posizione, ma ad appena 56 millesimi dal compagno di squadra e con soltanto dieci di vantaggio sul connazionale (e compagno di prima fila) Andrea Iannone. Da segnalare anche la rovinosa caduta nei primi minuti della Aprilia di Alvaro Bautista. Alle 14 il via della gara.