30 marzo 2020
Aggiornato 18:00
Calciomercato-Milan

Il Milan guarda al futuro: in arrivo Vangioni e Kovacic

L’esterno argentino, già messo sotto contratto da qualche mese, sta per arrivare in Italia, complice un infortunio che lo terrà fuori dalla Copa America. Si torna a parlare anche di Kovacic che il Milan continua a seguire e che è già stato oggetto di una chiacchierata esplorativa tra Galliani e l’amico Florentino Perez, presidente del Real Madrid.

MILANO - È vero, negli ultimi giorni abbiamo ribadito più volte che in queste lunghissime giornate che ci separano dal 15 giugno, giorno in cui sarà sciolta la prognosi sul futuro societario dell’Ac Milan e quindi si saprà se Silvio Berlusconi metterà la sua preziosa firma sull’atto di cessione del 70% del pacchetto azionario del club alla cordata cinese, Adriano Galliani sarà impossibilità a concludere operazioni di mercato. Ma badate bene, abbiamo detto concludere, non tessere. Ed è quello che sta cercando di fare l’ad rossonero seguendo input e indicazioni provenienti dai possibili nuovi proprietari.

Vangioni in arrivo a Milano

Un’operazione però il Milan l’ha già conclusa da diversi mesi ed è l’ingaggio a parametro zero di Lionel Vangioni, esterno sinistro classe ’87 (quindi quasi trentenne) del River Plate che finalmente ha trovato qualcuno disposto ad offrirgli un ingaggio fuori dall’Argentina. E già questo non depone proprio a favore del nuovo Serginho, come qualche buontempone ha voluto ribattezzarlo, approfittando del buon cuore e della generosità del brasiliano che non se l’è presa per un paragone tanto ingeneroso.

La novità delle ultime ore è rappresentata dal viaggio che Vangioni sta per intraprendere verso Milano dove avvierà i primi contatti con il suo nuovo club. «Lascio il River Plate nel modo migliore, vincendo - le parole del mancino argentino a Closs Continental prima della partenza -. Giocare in Europa è sempre stato il mio sogno, non ho mai parlato del Milan per rispetto. Al Milan giocherò dove preferisce l'allenatore, esterno o a centrocampo».

Già rotto

E poi la chicca finale: «Non andrò in Copa America, dopo aver parlato con il medico della nazionale non credo proprio». Si, perché secondo quanto riferisce Radio Continental, Vangioni sta per arrivare in Italia già infortunato, colpa di un problema muscolare che lo costringerà a saltare il prossimo turno di campionato con l'Arsenal di Sarandì e - a questo punto quasi certamente - la prossima Coppa America. Come dire, nemmeno è arrivato a Milanello e già è rotto, in perfetto stile Galliani. Un bel biglietto da visita che i tifosi rossoneri accoglieranno con entusiasmo.

Ritorno a Milano

Chissà invece cosa penserà il popolo milanista del possibile arrivo di Mateo Kovacic, giovanissima mezzala croata (classe ’94) reduce da una stagione tutt’altro che indimenticabile al Real Madrid. L’ex interista non disdegnerebbe l’idea di tornare a Milano, stavolta sponda rossonera, ed è per questo che Adriano Galliani, approfittando del rapporto d’amicizia che lo lega al presidente madridista Florentino Perez è al lavoro per convincere la dirigenza dei blancos a mollare Kovacic in prestito con diritto di riscatto. Sempre che i cinesi siano d’accordo sull’operazione. Ma questa è un’altra storia.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal