3 aprile 2020
Aggiornato 22:30
Regina del mercato

Non solo Lorenzo: Ducati corteggia pure Marquez

La Rossa di Borgo Panigale è alla disperata ricerca di un campione per la sua squadra 2017. E oltre al nome dell'iridato in carica, che si sussurra da tempo, ora spunta incredibilmente anche quello del pilota Honda

Le due Ducati di Andrea Dovizioso e Andrea Iannone
Le due Ducati di Andrea Dovizioso e Andrea Iannone Ducati

BOLOGNA – Il presente della Ducati è fatto di grandi promesse, purtroppo non ancora mantenute. In entrambi i Gran Premi di questo inizio di stagione le Desmosedici GP sono state in grado di lottare per la vittoria, ma all'atto pratico continua a perdurare quel maledetto digiuno di successi cominciato nell'ormai lontano 2010. E domenica in Argentina i due piloti Andrea Iannone e Andrea Dovizioso erano ormai a un passo da un doppio podio, ma il contatto innescato dal Maniaco ha fatto sfumare il risultato quando ormai al traguardo mancava solo una curva. In queste condizioni, è inevitabile che a Borgo Panigale si cominci a pensare al futuro. Partendo proprio dai piloti, ritenuti da molti osservatori uno dei punti deboli della squadra, almeno rispetto ai diretti avversari. Manca il top rider, il campione in grado di fare la differenza. E la Audi, casa madre a capo del gruppo di cui fa parte la Rossa, è pronta a mettere sul piatto anche fior di milioni pur di assicurarsene uno.

Campione cercasi
Se il sogno di rivedere in pista da titolare l'attuale collaudatore di lusso Casey Stoner sembra allontanarsi ogni giorno di più, di fronte alle sue ripetute smentite di voler tornare a correre, non resta che rivolgersi al mercato. Che in vista della prossima stagione offrirà nomi di alto profilo, tutti in scadenza di contratto a fine 2016. In cima alla lista dei desideri della Ducati c'è proprio il campione del mondo in carica, Jorge Lorenzo: ormai da tempo non è un segreto che le due parti siano in trattativa, che Por Fuera si senta sempre più stretto in casa Yamaha e che allo stesso tempo sia affascinato dalla sfida della moto italiana e dall'ingaggio principesco che potrebbe percepire. Ma domenica scorsa, nel paddock di Termas de Rio Hondo, per la prima volta il direttore sportivo Paolo Ciabatti ha fatto esplicitamente anche un altro nome che la casa bolognese sta inseguendo. Ed è un nome clamoroso: quello di Marc Marquez.

Marc Marquez sul podio dell'ultimo GP in Argentina
Marc Marquez sul podio dell'ultimo GP in Argentina (Honda)

Nessun contratto, tante trattative
«Non abbiamo mai nascosto di sapere che sia Marquez che Lorenzo hanno contratti in scadenza alla fine di questa stagione – ha dichiarato Ciabatti – Abbiamo valutato le possibilità e discusso con i nostri attuali piloti, che a loro volta stanno trattando anche con altri team. Al momento questa situazione è abbastanza normale. Ovviamente non faremmo bene il nostro lavoro se non considerassimo tutte le possibilità. Ciò non significa che abbiamo già firmato un contratto. Tutti sostengono che noi abbiamo già preso una decisione, ma non è così: è ancora un po' presto, non per discutere ma per decidere. Non abbiamo troppa fretta, è solo la seconda gara. Diciamo che stiamo esplorando le possibilità». Resta la certezza che, se Marquez o Lorenzo dovessero approdare in Italia, almeno uno tra Dovizioso e Iannone dovrebbe fare i bagagli. E un avvertimento, per quanto velato, al pilota di Vasto, colpevole del pasticcio argentino, Ciabatti lo ha lanciato: «Siamo felici delle prestazioni dei nostri due piloti. Anche se vorremmo evitare che facessero tentativi esagerati, se non c'è almeno la chiara possibilità di superare...».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal