22 luglio 2019
Aggiornato 01:00

Milan: restyling in società ma Sabatini si allontana

Il club di via Aldo Rossi si prepara a un’importante novità a livello dirigenziale: Barbara Berlusconi sceglie Angela Zucca quale nuovo responsabile finanziario, mentre l’opzione Sabatini nuovo direttore sportivo del Milan sembra sfumare.

MILANO - In questi giorni si fa un gran parlare del nuovo staff dirigenziale del Milan. Ovvia l’esigenza di far entrare in società figure brillanti e intraprendenti in grado di portare nuova linfa, nuove idee, nuove modalità operative. Tutto il campionario di ciò che al club di via Aldo Rossi sarebbe necessario per lucidare un’immagine ormai opaca alla luce delle ultime deprimenti e polverose stagioni.

Necessario un direttore sportivo

Il nome emerso alla fine di tutto il florilegio di ipotesi, collegamenti, indiscrezioni è quello di Walter Sabatini, direttore sportivo attualmente alla Roma, che sarebbe accolto con un sorriso da orecchio a orecchio dall’intera tifoseria rossonera, esasperata dal mercato asfittico e privo di guizzi dell’ormai ingrigito condor Galliani.

Sabatini tra Roma e Chelsea

Da Roma però giungono conferme tutt’altro che rassicuranti in proposito. Mentre infatti l’amministratore delegato per la parte sportiva Galliani continua a ribadire l’amicizia con Sabatini, respingendo però qualsiasi ipotesi di lavoro insieme («Non c’è nulla di vero sull’ingaggio del diesse giallorosso»), James Pallotta è sempre più convinto di riuscire a convincere il proprio uomo mercato a cambiare idea e restare all’ombra del Colosseo.

Dal canto suo, il dirigente umbro nicchia ed evita ogni tipo di commento, ma le ultime indiscrezioni raccontano di un possibile contatto con Antonio Conte che precluderebbe uno sbarco di Sabatini al Chelsea accanto all’attuale ct della nazionale italiana.

Al Milan il nuovo responsabile finanziario

Al Milan però una novità dirigenziale sembra essere pronta: l’arrivo di un nuovo responsabile finanziario, nella persona della dott.ssa Angela Zucca, ex Deloitte, per anni dipendente del Novara. A lei, scelta espressamente dall’altro ad del Milan, lady Barbara Berlusconi, spetterà l’ingrato compito di gestire il gravoso rosso in bilancio del club, in attesa del tanto auspicato ingresso in società di nuovi soci dall’estremo oriente.