30 settembre 2020
Aggiornato 01:00
Esordio bagnato, esordio sfortunato

Ferrari, una giornata di libere buttata via

I turni disputati sotto la pioggia a Melbourne non sono serviti a mettere a punto la nuova SF16-H per il primo Gran Premio della stagione. Così Vettel e Raikkonen rimandano il vero appuntamento a domani...

MELBOURNE – Lewis Hamilton è il più veloce nelle libere del Gran Premio d'Australia sul circuito di Melbourne, primo appuntamento del Mondiale di Formula 1 che si aprirà domenica. L'inglese ha volato sul circuito australiano con la pioggia che ha tormentato le prime sessioni sull'Albert Park. Sessioni che dovevano servire per calibrare le strategie sulle gomme per la gara di domenica. Hamilton ha primeggiato con le gomme da asciutto, montate sul finire della prima sessione, facendo segnare il tempo di 1:29.725 davanti alle due Red Bull di Danil Kvyat e Daniel Ricciardo. Nella seconda sessione, disputata sul bagnato per la forte pioggia caduta poco prima dell'inizio, miglior crono ancora per Hamilton in 1:38.841. Ferrari in sordina. Nella prima sessione Vettel non ha mai spinto chiudendo senza tempi cronometratati ed otto giri controllati. Per Raikkonen dieci giri e miglior tempo di 1:40.7. Nella seconda sessione sette giri per il tedesco e il finlandese che ha fatto segnare il terzo tempo in 1:39.4.

Prove inutili per l'assetto
Quindici giri all'attivo senza squilli. È il debutto di Sebastian Vettel nelle prime libere: «Le previsioni meteo avevano preannunciato pioggia costante per tutto il giorno, ma in realtà le precipitazioni sono arrivate ad intermittenza. La pista comunque è stata sempre bagnata, e non è stato possibile avere molti riferimenti dalla due sessioni di prove. Mi consola che è stato un problema comune per tutti. A volte è così». Per il tedesco «non è stato l'inizio ideale del Mondiale, ma che si può fare? Abbiamo avuto solo la possibilità di fare un check alla monoposto e sentire che tutto era a posto. Ma se parliamo di messa a punto la giornata è stata praticamente inutile». Domani esordirà il nuovo sistema di qualifiche per il tedesco «serve una verifica sul campo. Penso che dobbiamo aspettare e vedere prima di dare dei giudizi. A volte la teoria viene smentita dalla realtà, quindi ormai non resta che attendere un giorno». E ad Hamilton per il quale la Ferrari ha un asso nella manica da giocare risponde sorridendo: «Io non vedo niente ma... aspettiamo domani!». Per Kimi Raikkonen «è stato un peccato per gli spettatori e per lo spettacolo. Non abbiamo certo corso in condizioni adeguate. Domani vedremo anche a che punto sarà la Ferrari ed il punto raggiunto dalla Mercedes». Sul nuovo format dice: «Speriamo di correre sull'asciutto e poi vedremo. La prima volta è sempre molto insidiosa. Speriamo di azzeccare tutto».

(Fonte: Askanews)